HOME PARROCCHIA IL SANTO APPUNTAMENTI I PELLEGRINAGGI FOTO ALBUM LA VOCE VIDEO ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI I GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI DONAZIONI HELP
.
 Notizie - SETTEMBRE 2015

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal men a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-XXVIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
26/09/2015




+ XXVIma DOMENICA +

«CHI NON E’ CONTRO DI NOI E’ PER NOI»

Marco 9,40
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 9,38-43.45.47-48)

In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva». Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi. Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa. Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, è molto meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare. Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala: è meglio per te entrare nella vita con una mano sola, anziché con le due mani andare nella Geènna, nel fuoco inestinguibile. E se il tuo piede ti è motivo di scandalo, taglialo: è meglio per te entrare nella vita con un piede solo, anziché con i due piedi essere gettato nella Geènna. E se il tuo occhio ti è motivo di scandalo, gettalo via: è meglio per te entrare nel regno di Dio con un occhio solo, anziché con due occhi essere gettato nella Geènna, dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue».


COMMENTO ALLE LETTURE

Gesù mette in guardia dalla tentazione di sequestrare Dio per se stessi, di chiudersi in una cerchia esclusiva di eletti. È quanto vorrebbe un discepolo: non può accettare che altri usino il nome di Cristo per cacciare i demoni. Ma Gesù calma i cuori: «Chi non è contro di noi è per noi». Questa frase trova conferma nella vicenda di Mosè: lo Spirito invocato sui suoi aiutanti, scende anche su altri. Nessuno può bloccare lo Spirito. Giosuè vorrebbe impedirlo, ma Mosè riconosce l’importanza della docilità allo Spirito: «Fossero tutti profeti!». Così vediamo che la Legge di Dio è scritta nel cuore dell’uomo e ognuno può obbedire ad essa. Non possediamo la salvezza: siamo posseduti da essa! Il Vangelo poi declina una serie di istruzioni sulla fedeltà del discepolo, pronto a tagliare via tutto ciò che può impedirgli di essere un vero cristiano. L’immagine è volutamente forte, proprio per indicare la decisione unica per Cristo, davanti al quale tutto perde di importanza. L’invito è chiaro: vigilare sulle tentazioni che cominciano con il voler gestire Dio, fino a condurre a una falsa sicurezza in se stessi.

DOMENICA 4 OTTOBRE: INIZIO NUOVO ANNO SOCIALE E PASTORALE

Domenica 4 ottobre si celebra alle ore 10:00 la Santa Messa Solenne per l’inizio del nuovo Anno Sociale-Pastorale 2015/16 con la rappresentanza di tutti i gruppi e associazioni presenti i parrocchia.


ISCRIZIONE AL CATECHISMO PER I BAMBINI DEL PRIMO ANNO

E’ possibile SOLO PER I BAMBINI che devono iniziare il primo anno del Cammino di Fede del Catechismo iscriversi presso la Segreteria di via Crovetti dalle ore 9:00 alle 11:00.
Per tutti i frequentanti gli anni successivi (dal II al VI anno) l’iscrizione avviene automaticamente.


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-XXVa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
19/09/2015




+ XXVma DOMENICA +

«SE UNO VUOLE ESSERE IL PRIMO, SIA L’ULTIMO DI TUTTI E IL SERVITORE DI TUTTI»

Marco 9,35
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 9,30-37)

In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: «Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà». Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo. Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti». E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato».


COMMENTO ALLE LETTURE

Domenica scorsa abbiamo ascoltato il primo annuncio della passione; ecco oggi il secondo. In entrambi i casi Marco registra la resistenza da parte dei discepoli, che mostrano l’incapacità di seguire Gesù su questa via. Dopo il primo annuncio è Pietro a opporre resistenza; oggi è l’intero gruppo, che discute su chi fosse il più grande. Mentre Gesù annuncia di farsi servo fino alla Croce, i discepoli desiderano primeggiare! Ecco una di quelle passioni negative di cui parla Giacomo nella II Lettura, che suscitano guerre, liti, gelosie, contese. A esse l’apostolo oppone la sapienza che viene dall’alto come un seme di pace, donando altri atteggiamenti alla nostra vita. Ci rende bambini, come quelli che Gesù accoglie. Anziché imporsi sugli altri, Gesù ci invita ad accogliere e a lasciarci accogliere nella pace. Come è diverso questo atteggiamento dall’odio, dal rifiuto, dalla condanna a una morte infamante propostici nella I Lettura dal libro della Sapienza! Siamo così invitati a un discernimento e a una scelta: quale sapienza vogliamo abbracciare? Quella del mondo o quella del Vangelo?

22-23 SETTEMBRE FESTA LITURGICA DI SAN PIO DA PIETRELCINA

Dal 22 al 23 settembre celebreremo in parrocchia la festa liturgica di San Pio da Pietrelcina con il seguente programma:

MARTEDI’ 22 SETTEMBRE
- ore 16:30 Confessioni
- ore 17:00 Adorazione Eucaristica
- ore 18:00 Santa Messa presieduta da P. Ilario Bianchi, missionario del P.I.M.E.
- ore 19:00 Preghiera e ricordo del Transito di S. Pio

MERCOLEDI’ 23 SETTEMBRE
- ore 16:30 Confessioni
- ore 18:00 Santa Messa presieduta da P. Gianluca, O.F.M. cappuccino del Convento di Sorso
- ore 19:00 Solenne Processione col simulacro del santo per le vie del quartiere



ISCRIZIONE AL CATECHISMO PER I BAMBINI DEL PRIMO ANNO

E’ possibile SOLO PER I BAMBINI che devono iniziare il primo anno del Cammino di Fede del Catechismo iscriversi presso la Segreteria di via Crovetti dalle ore 9:00 alle 11:00.
Per tutti i frequentanti gli anni successivi (dal II al VI anno) l’iscrizione avviene automaticamente.


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-XXIVa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
12/09/2015




+ XXIVma DOMENICA +

«TU SEI IL CRISTO»

Marco 8,29
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 8,27-35)

In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa e altri uno dei profeti». Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno. E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto, ed essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere. Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini». Convocata la folla insieme ai suoi discepoli, disse loro: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà».


COMMENTO ALLE LETTURE

Nella sua lettera Giacomo ci invita a tenere insieme fede e opere: la fede deve incarnarsi nella vita e la vita lasciarsi plasmare dalla fede. È quanto vive il misterioso servo del Signore di cui ci parla Isaia, che può affrontare la persecuzione perché ha un orecchio aperto all’ascolto della Parola e confida, con fede ferma nella prova, nell’aiuto di Dio. Con questo suo atteggiamento prefigura la vicenda di Gesù, che potrà affrontare la sua passione che oggi in Marco annuncia per la prima volta ai discepoli proprio in forza della sua confidenza nel Padre. Questo deve diventare il cammino del discepolo. Con Pietro siamo anche noi sollecitati a professare una fede «Tu sei il Cristo» che deve diventare sequela, disponibilità a seguire Gesù lungo la stessa strada e con il suo stesso atteggiamento. La fede in Gesù diventa allora fede nella sua promessa: perdere la propria vita per causa sua e del Vangelo (non solo nel martirio di sangue, ma nei piccoli gesti di un servizio feriale) anziché al fallimento, ci consegna alla pienezza della vita vera.

DOMENICA 13 SETTEMBRE: CONSACRAZIONE EPISCOPALE DI DON CORRADO MELIS

Domenica 13 settembre verrà consacrato ad Ozieri il nuovo vescovo della diocesi, Don Corrado Melis proveniente dalla Diocesi di Ales-Terralba. Presiederà la liturgia Mons. Angelo Becciu.

Per i viaggianti in pullman iscritti la partenza è fissata per le ore 14:15 dal piazzale antistante la Chiesa.

IN PARROCCHIA ALLA SERA NON CI SARA’ LA S. MESSA DELLE ORE 18:00 PER DARE LA POSSIBILITA’ DI PARTECIPARE A QUESTA CELEBRAZIONE.


ISCRIZIONE AL CATECHISMO PER I BAMBINI DEL PRIMO ANNO

Da lunedì 14 settembre è possibile SOLO PER I BAMBINI che devono iniziare il primo anno del Cammino di Fede del Catechismo iscriversi presso la Segreteria di via Crovetti dalle ore 9:00 alle 11:00.
Per tutti i frequentanti gli anni successivi (dal II al VI anno) l’iscrizione avviene automaticamente.




-XXIIIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
05/09/2015




+ XXIIIma DOMENICA +

«HA FATTO BENE OGNI COSA: FA UDIRE I SORDI E FA PARLARE I MUTI!»

Marco 7,37
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 7,31-37)

In quel tempo, Gesù, uscito dalla regione di Tiro, passando per Sidòne, venne verso il mare di Galilea in pieno territorio della Decàpoli. Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano. Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente. E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più egli lo proibiva, più essi lo proclamavano e, pieni di stupore, dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!».


COMMENTO ALLE LETTURE

Al popolo di Israele esule in Babilonia, il profeta Isaia annuncia un avvenire meraviglioso, simile al rifiorire di un nuovo Eden. Ma non bisogna fermarsi alla sola promessa del ritorno dall’esilio. Questo annuncio infatti si apre alla promessa del ritorno definitivo dall’esistenza terrena alla pienezza di vita in Gesù. Significativo il miracolo narrato dal Vangelo di Marco: un sordomuto che vive in territorio pagano, come era quello della Decàpoli (in greco, "le dieci città"), viene guarito da Gesù con la forza della sua parola («Apriti!», che l’evangelista riporta nella lingua di Gesù: Effatà) e con la potenza del suo operare («gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua»). Tutto questo, infatti, sembra preannunciare la guarigione totale che ci offre il sacramento del Battesimo, inizio della vita cristiana. L’apostolo Giacomo (II Lettura) ci esorta ad essere veri cristiani nella vita: la nostra pratica cristiana deve guardarsi da immeritate attenzioni verso i ricchi e da freddezza verso i poveri. Dio non fa preferenze e le sue attenzioni sono particolarmente per i poveri e gli emarginati.

CAMBIAMENTO ORARIO CELEBRAZIONI

Dal LUNEDI’ 31 AGOSTO cambieranno gli orari di celebrazione della SS. Messe e torneranno quelli "invernali":
- FERIALI: 08:30 - 18:00
- FESTIVI: 08:30 - 10:00 - 18:00

Da ottobre si celebra anche la S. Messa delle ore 11:30.
La S. Messa di sabato sera delle ore 18:00 (così detta vespertina) soddisfa il precetto domenicale (Cann. 1248).


MARTEDI’ 8 SETTEMBRE: FESTA NATIVITA’ DELLA B.V. MARIA

Il prossimo martedì 8 settembre ricorre la festa liturgica della Natività della Beata Vergine Maria.


DOMENICA 13 SETTEMBRE: CONSACRAZIONE EPISCOPALE DI DON CORRADO MELIS

Domenica 13 settembre verrà consacrato ad Ozieri il nuovo vescovo della diocesi, Don Corrado Melis proveniente dalla Diocesi di Ales-Terralba. Presiederà la liturgia Mons. Angelo Becciu.

Per i viaggianti in pullman iscritti la partenza è fissata per le ore 14:15 dal piazzale antistante la Chiesa.

IN PARROCCHIA ALLA SERA NON CI SARA’ LA S. MESSA DELLE ORE 18:00 PER DARE LA POSSIBILITA’ DI PARTECIPARE A QUESTA CELEBRAZIONE.


AVVISI

- Iniziamo a pensare all’appartenenza a qualche gruppo parrocchiale
- Iniziamo a pensare a qualche servizio o attività da poter svolgere o prestare in oratorio




Archivio 2015
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
   Gennaio  
  Febbraio  
    Marzo   
   Aprile   
   Maggio   
   Giugno   
   Luglio   
   Agosto   
  Settembre 
   Ottobre  
  Novembre  
  Dicembre  
Archivio 2019
Archivio 2018
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
2005-2018 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster qu. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica