HOME PARROCCHIA IL SANTO APPUNTAMENTI I PELLEGRINAGGI FOTO ALBUM LA VOCE VIDEO ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI I GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI DONAZIONI HELP
.
 Notizie - OTTOBRE 2015

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal men a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-SOLENNITA' DI OGNISSANTI

Sassari
31/10/2015




DOMENICA 1 NOVEMBRE

+ SOLENNITA’ DI OGNISSANTI +

«TUTTO QUELLO CHE AVETE FATTO A UNO SOLO DI QUESTI MIEI FRATELLI PIU’ PICCOLI, L’AVETE FATTO A ME»

Matteo 25,40
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 25,31-46)

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».


COMMENTO ALLE LETTURE

La devozione per i santi ha le sue radici nelle antiche tradizioni cristiane. Già dal II secolo abbiamo attestati che i corpi dei martiri erano venerati. I primi cristiani celebravano la loro memoria ed effondevano preghiere per essere aiutati ad imitare la loro vita esemplare. Le virtù eroiche delle schiere dei santi erano nutrite dall’amore del Figlio di Dio e la loro fortezza era radicata nell’Eucaristia. Nel sangue dell’Agnello, anche noi possiamo essere purificati dalle brutture della nostra vita e soccorrere le ferite altrui. Con il loro esempio, i nostri fratelli santi mostrano dove può arrivare il cuore dell’uomo che vive in comunione con Dio. La chiamata alla beatitudine della santità risplende per tutti: sta a noi la scelta. Possiamo decidere di credere alla nostra dignità di figli di Dio e fratelli di Cristo, oppure dare fiducia alle proposte di basso profilo che ci vuole inculcare quel tipo di società che odia Dio e brama dominare gli uomini. In ogni momento della nostra vita, invochiamo con fiducia la presenza consolatrice di chi ci ha preceduto nella fede e nella carità.

ORARI SS. MESSE FESTIVITA’ DI OGNISSANTI E DEI DEFUNTI

Per la Solennità di Ognissanti si celebreranno le SS. Messe nei seguenti orari:
- DOMENICA 1 NOVEMBRE: ORE 8:30 e 10:00
- LUNEDI’ 2 NOVEMBRE: ORE 08:30 e 10:00


NOVEMBRE MESE DI PREGHIERA PER I DEFUNTI

Durante tutto questo mese la Chiesa invita i suoi fedeli alla preghiera particolare per i fedeli defunti.


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-XXXma DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
24/10/2015




+ XXXma DOMENICA +

«VA’, LA TUA FEDE TI HA SALVATO»

Marco 10,52
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 10,46-52)

In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.


COMMENTO ALLE LETTURE

La guarigione del cieco di Gerico ha valore di simbolo (Vangelo): suscita in noi le riflessioni, ci provoca alla preghiera e sostiene i nostri sforzi per abbandonare le tenebre e camminare nella luce. Il profeta Geremia racconta la sollecitudine di Dio per il popolo d’Israele esiliato a Babilonia: il Signore lo ricondurrà nella terra promessa ai padri. La lezione per noi è chiarissima: chi si fida del Signore, anche nella notte più oscura vedrà la luce, apportatrice di gioia e di speranza. Il sacerdozio di Cristo è il tema su cui riflette l’autore della lettera agli Ebrei: essendo vero uomo e Figlio di Dio, Gesù possiede in modo eminente tutte le qualità del vero sacerdote. Inviato dal Padre per dissipare le tenebre e rischiarare la via, egli è il mediatore perfetto tra la nostra fragile umanità e la grandezza di Dio. L’evangelista Marco ci racconta la guarigione di Bartimeo, avvenuta poco prima che Gesù salisse a Gerusalemme per essere arrestato, condannato e messo a morte. Ottenuta la vista il cieco segue Gesù sulla via che lo conduce alla morte. Solo Cristo, luce del mondo, può offrire la risposta chiara e sicura ai tanti interrogativi che ci assillano anche in questo nostro tempo.

ORARI SS. MESSE FESTIVITA’ DI OGNISSANTI E DEI DEFUNTI

Per la Solennità di Ognissanti si celebreranno le SS. Messe nei seguenti orari:
- DOMENICA 1 NOVEMBRE: ORE 8:30 e 10:00
- LUNEDI’ 2 NOVEMBRE: ORE 08:30 e 10:00


OTTOBRE MESE MISSIONARIO

Durante tutto questo mese la Chiesa invita i suoi fedeli alla preghiera e raccolta fondi per sostenere le missioni cattoliche diffuse nelle più remoti e poveri territori del pianeta.
In parrocchia si raccoglieranno offerte nel bussolotto presente vicino all’altare della Madonna di Riese e sarà possibile compilando l’apposito modulo in chiesa o inviando una e-mail a parroco@sanpioxlipunti.it con i recapiti per essere ricontattati .


AVVISi: MATRIMONIO, SACRAMENTI, GRUPPI, SUORE

Sono invitati a presentarsi in chiesa ENTRO IL MESE DI OTTOBRE:
- FIDANZATI: che intendano celebrare il Sacramento del Matrimonio nel 2016
- ADULTI: che devono ricevere il Battesimo o altri Sacramenti

Durante questo mese riprenderanno gli incontri dei diversi gruppi e associazioni presenti in parrocchia oltre alle attività dell’ORATORIO alle quali tutti sono invitati a partecipare.

Chiunque possedesse una foto ricordo dell’arrivo delle Suore Domenicane avvenuto il 26 giugno 1976 o di altri momenti del loro arrivo può comunicarcelo direttamente in chiesa o via e-mail.


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-XXIXa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
17/10/2015




+ XXIXma DOMENICA +

«CHI VUOLE DIVENTARE GRANDE TRA VOI SARA’ VOSTRO SERVITORE, E CHI VUOLE ESSERE IL PRIMO TRA VOI SARA SCHIAVO DI TUTTI»

Marco 10,43
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 10,35-45)

In quel tempo, si avvicinarono a Gesù Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedèo, dicendogli: «Maestro, vogliamo che tu faccia per noi quello che ti chiederemo». Egli disse loro: «Che cosa volete che io faccia per voi?». Gli risposero: «Concedici di sedere, nella tua gloria, uno alla tua destra e uno alla tua sinistra». Gesù disse loro: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io bevo, o essere battezzati nel battesimo in cui io sono battezzato?». Gli risposero: «Lo possiamo». E Gesù disse loro: «Il calice che io bevo, anche voi lo berrete, e nel battesimo in cui io sono battezzato anche voi sarete battezzati. Ma sedere alla mia destra o alla mia sinistra non sta a me concederlo; è per coloro per i quali è stato preparato». Gli altri dieci, avendo sentito, cominciarono a indignarsi con Giacomo e Giovanni. Allora Gesù li chiamò a sé e disse loro: «Voi sapete che coloro i quali sono considerati i governanti delle nazioni dominano su di esse e i loro capi le opprimono. Tra voi però non è così; ma chi vuole diventare grande tra voi sarà vostro servitore, e chi vuole essere il primo tra voi sarà schiavo di tutti. Anche il Figlio dell’uomo infatti non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti».


COMMENTO ALLE LETTURE

Servitore per amore fino a dare la propria vita per gli altri, come ha fatto Gesù! È il codice della autorità e della responsabilità cristiana, antitetico al potere politico che di solito si esplicita nel dominio, nel primato e spesso nello sfruttamento. Il profeta Isaia ci dice che la sofferenza subìta dal Servo del Signore è sorgente di perdono e di vita. Cristo attuerà in pieno questa profezia: si addosserà i nostri peccati, inchiodandoli al legno della croce, ma la sua morte si trasformerà in germe di vita. La donazione che Cristo ha fatto di sé per la sua salvezza ce l’ha reso solidale. A lui l’umanità peccatrice si rivolge con fiducia, sicura di incontrare il Signore che salva. È una garanzia! Gesù ha appena annunciato per la terza volta la sua passione e morte, ma i discepoli sono ben lontani dal capire, anzi discutono tra loro, preoccupati di assicurarsi i primi posti nel futuro regno messianico. Alla proposta di ricerca dei primi posti, Gesù oppone la proposta di un messianismo d’immolazione e di servizio. Le parole di Cristo riguardano tutti: non ambizione, orgoglio, sogni di potere, ma umile disponibilità al servizio.

DOMENICA 18 OTTOBRE: 89ma GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE

«DALLA PARTE DEI POVERI» è lo slogan per la Giornata Missionaria Mondiale (18 ottobre 2015) celebrata nelle comunità cristiane, con la passione per l’annuncio che il Risorto ci ha consegnato! Cristo stesso si è messo a fianco di tutti, camminando con coloro che incontrava, poveri, malati nel corpo e nello spirito, uomini e donne in ricerca. A ciascuno di essi Gesù ha offerto lo sguardo della sua Misericordia, capace di guarire ogni vita. In ogni anno liturgico noi celebriamo il "Mistero di Cristo", non un "segreto da svelare", ma un dono da approfondire sempre meglio, la lieta notizia di Dio che è Padre ed ama talmente l’umanità da offrire a tutti nel Figlio la vita e la salvezza. Accogliamo oggi l’invito ad iniziare l’anno pastorale con il mese dedicato alla missione, impegnandoci sempre con forza ad essere "popolo di Misericordia", cioè uomini e donne che sanno farsi compagni di viaggio di qualunque fratello e sorella, poveri come loro. Solo con Misericordia potremo incarnare lo "stile dell’inclusione", non più quello dell’esclusione dell’altro, potremo essere noi stessi ’storia di salvezza’ per chi ci incontra! Vivere "dalla parte dei poveri" non sarà dunque solo uno sforzo della nostra volontà umana, ma la normale conseguenza di un cuore convertito dall’amore, di un cuore che ha ’conosciuto’ e sperimentato che Cristo, il Vivente, è ’dalla parte’ di ciascuno di noi!


GIOVEDI’ 22 OTTOBRE: FESTA SAN GIOVANNI PAOLO II

Il Gruppo Giovanissimi e Giovani si preparano a festeggiare con tutti i devoti di S. Giovanni Paolo II la sua festa liturgica giovedì 22 ottobre con i seguenti appuntamenti:

- ore 17:30 S. Rosario Missionario
- ore 18:00 Santa Messa
- ore 18:30 Adorazione Eucaristica al cui termine ci si recherà coi giovani e tutti i presenti alla statua del santo per un omaggio floreale


DAL 4 AL 23 OTTOBRE: SINODO ORDINARIO

Il Sinodo è un tempo forte per tutta la Chiesa: pastori e fedeli devono lasciarsi guidare dallo Spirito Santo per realizzare la sinodalità. Papa Francesco la considera un elemento importante nella vita della Chiesa. Fin dall’inizio del suo pontificato, più volte Papa Francesco ha fatto riferimento al rinnovamento del Sinodo. La prima novità introdotta è stata quella del cammino in due tappe: l’Assemblea generale straordinaria del 2014 e quella ordinaria del 2015. Conclusa la prima fase del percorso sinodale con l’Assemblea generale straordinaria dell’ottobre 2014, si è aperta la preparazione della seconda tappa che culminerà nella celebrazione della XIV Assemblea generale ordinaria, che si svolgerà dal 4 al 23 ottobre 2015, sul tema: «La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo». Come nella prima fase, anche in questa ultima è stato ascoltato il Popolo di Dio sui temi scottanti che riguardano la famiglia, dai Vescovi ai presbiteri, dai diaconi ai fedeli, dai laici ai movimenti e associazioni. Le indicazioni del Magistero che verranno dal prossimo Sinodo serviranno per affrontare al meglio le sfide che attendono le famiglie del nostro tempo. A tutti il dovere di accoglierle e di metterle in pratica nel quotidiano.


OTTOBRE MESE MISSIONARIO

Durante tutto questo mese la Chiesa invita i suoi fedeli alla preghiera e raccolta fondi per sostenere le missioni cattoliche diffuse nelle più remoti e poveri territori del pianeta.
In parrocchia si raccoglieranno offerte nel bussolotto presente vicino all’altare della Madonna di Riese e sarà possibile compilando l’apposito modulo in chiesa o inviando una e-mail a parroco@sanpioxlipunti.it con i recapiti per essere ricontattati .


AVVISi: MATRIMONIO, SACRAMENTI, GRUPPI, SUORE

Sono invitati a presentarsi in chiesa ENTRO IL MESE DI OTTOBRE:
- FIDANZATI: che intendano celebrare il Sacramento del Matrimonio nel 2016
- ADULTI: che devono ricevere il Battesimo o altri Sacramenti

Durante questo mese riprenderanno gli incontri dei diversi gruppi e associazioni presenti in parrocchia oltre alle attività dell’ORATORIO alle quali tutti sono invitati a partecipare.

Chiunque possedesse una foto ricordo dell’arrivo delle Suore Domenicane avvenuto il 26 giugno 1976 o di altri momenti del loro arrivo può comunicarcelo direttamente in chiesa o via e-mail.


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-XXVIIIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
11/10/2015




+ 12 OTTOBRE +

FESTA BEATO FRANCESCO ZIRANO

Sacerdote francescano, martire

+ XXVIIIma DOMENICA +

«VA’, VENDI QUELLO CHE HAI E DALLO AI POVERI, E AVRAI UN TESORO IN CIELO; E VIENI! SEGUIMI!»

Marco 10,21
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 10,17-30)

In quel tempo, mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?». Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. Tu conosci i comandamenti: "Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, non frodare, onora tuo padre e tua madre"». Egli allora gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza». Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!». Ma a queste parole egli si fece scuro in volto e se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni. Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!». I discepoli erano sconcertati dalle sue parole; ma Gesù riprese e disse loro: «Figli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio! È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio». Essi, ancora più stupiti, dicevano tra loro: «E chi può essere salvato?». Ma Gesù, guardandoli in faccia, disse: «Impossibile agli uomini, ma non a Dio! Perché tutto è possibile a Dio». Pietro allora prese a dirgli: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito». Gesù gli rispose: «In verità io vi dico: non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi per causa mia e per causa del Vangelo, che non riceva già ora, in questo tempo, cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà».


COMMENTO ALLE LETTURE

La Sapienza è ciò che rende salde le opere che compiamo nella nostra vita. Le letture di oggi sono un vademecum per realizzare la propria esistenza e per rendere sicuro ciò che abbiamo costruito con il sudore della nostra fronte. Il tale, che va incontro a Gesù chiedendogli la vita eterna, cioè una vita vissuta in pienezza in questo mondo e in quello che verrà, è alla ricerca di ulteriori cose buone da fare. Gesù invece lo invita a capire con il cuore. La vera ricchezza è uno sguardo chiaro sulla propria vita, lo stesso sguardo di amore che ha Gesù quando fissa i suoi occhi su di noi, come li fissò su quel tale. Questa è la sapienza che possiamo attingere dalla Parola, che essendo vivificata dallo Spirito, può parlare a ciascuno di noi. La sfida che ci lancia Gesù è di provare a vivere, lasciando le nostre mentalità per abbracciare lo stile del Vangelo. La nostra vita, nutrita dallo Spirito di Sapienza, divenga messaggio di vita eterna per gli uomini del nostro tempo; allora realizzeremo il centuplo a favore nostro e di chi ci sta attorno. Significative le parole di san Giovanni Paolo II: «Vediamo, nel caso del giovane del vangelo, che le molte ricchezze diventarono un ostacolo all’accettazione della chiamata di Gesù a seguirlo ».

12 OTTOBRE: FESTA BEATO FRANCESCO ZIRANO

Lunedì 12 ottobre si celebra per il primo anno dalla sua beatificazione la festa di Padre Francesco Zirano, sacerdote francescano sassarese che subì il martirio in odio alla Fede ad Algeri il 25 gennaio 1603 subendo la condanna ad essere scorticato vivo per non avere rinnegato la sua fede in Gesù Cristo.

LUNEDI’ 12 OTTOBRE S. MESSA SOLENE PRESIEDUTA DALL’ARCIVESCOVO DI SASSARI MONS. PAOLO ATZEI, ALLE ORE 19:00 PRESSO LA CHIESA DI S. MARIA IN BETLEM A SASSARI

NOTA: IN PARROCCHIA NON SI CELEBRA LA S. MESSA DELLE 18:00


DAL 4 AL 23 OTTOBRE: SINODO ORDINARIO

Il Sinodo è un tempo forte per tutta la Chiesa: pastori e fedeli devono lasciarsi guidare dallo Spirito Santo per realizzare la sinodalità. Papa Francesco la considera un elemento importante nella vita della Chiesa. Fin dall’inizio del suo pontificato, più volte Papa Francesco ha fatto riferimento al rinnovamento del Sinodo. La prima novità introdotta è stata quella del cammino in due tappe: l’Assemblea generale straordinaria del 2014 e quella ordinaria del 2015. Conclusa la prima fase del percorso sinodale con l’Assemblea generale straordinaria dell’ottobre 2014, si è aperta la preparazione della seconda tappa che culminerà nella celebrazione della XIV Assemblea generale ordinaria, che si svolgerà dal 4 al 23 ottobre 2015, sul tema: «La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo». Come nella prima fase, anche in questa ultima è stato ascoltato il Popolo di Dio sui temi scottanti che riguardano la famiglia, dai Vescovi ai presbiteri, dai diaconi ai fedeli, dai laici ai movimenti e associazioni. Le indicazioni del Magistero che verranno dal prossimo Sinodo serviranno per affrontare al meglio le sfide che attendono le famiglie del nostro tempo. A tutti il dovere di accoglierle e di metterle in pratica nel quotidiano.


OTTOBRE MESE MISSIONARIO

Durante tutto questo mese la Chiesa invita i suoi fedeli alla preghiera e raccolta fondi per sostenere le missioni cattoliche diffuse nelle più remoti e poveri territori del pianeta.
In parrocchia si raccoglieranno offerte nel bussolotto presente vicino all’altare della Madonna di Riese e sarà possibile compilando l’apposito modulo in chiesa o inviando una e-mail a parroco@sanpioxlipunti.it con i recapiti per essere ricontattati .


AVVISi: MATRIMONIO, SACRAMENTI, GRUPPI, SUORE

Sono invitati a presentarsi in chiesa ENTRO IL MESE DI OTTOBRE:
- FIDANZATI: che intendano celebrare il Sacramento del Matrimonio nel 2016
- ADULTI: che devono ricevere il Battesimo o altri Sacramenti

Durante questo mese riprenderanno gli incontri dei diversi gruppi e associazioni presenti in parrocchia oltre alle attività dell’ORATORIO alle quali tutti sono invitati a partecipare.

Chiunque possedesse una foto ricordo dell’arrivo delle Suore Domenicane avvenuto il 26 giugno 1976 o di altri momenti del loro arrivo può comunicarcelo direttamente in chiesa o via e-mail.


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-XXVIIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
03/10/2015




+ XXVIIma DOMENICA +

«DUNQUE L’UOMO NON DIVIDA QUELLO CHE DIO HA CONGIUNTO»

Marco 10,9
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 10,2-16)

In quel tempo, alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla». Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio». Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.


COMMENTO ALLE LETTURE

Le frasi forti di Gesù suonano più come appelli che come comandi. Non annunciano solo un codice morale di comportamento in cui non è ammesso il divorzio, ma vogliono evidenziare i segni del tempo ultimo, del Regno di Dio che è proclamato da uno stile di fedeltà, di purezza, di accoglienza. Queste parole sono un dono più che un comando. Non sono rivolte alle folle, ma ai discepoli, per insegnare loro a compiere la volontà del Padre. È come se Gesù proponesse un superamento delle norme del tempo, per vivere già con lo spirito dell’eternità. Infatti, la legge di Mosè ammetteva il ripudio, ma Gesù oppone a questa norma umana il piano eterno di Dio, citando il racconto della Genesi in cui l’unione di due esseri è volontà di Dio e il matrimonio indissolubile è un principio universale. Se il vincolo dell’amore è un fatto naturale, il matrimonio cristiano è una vocazione. Precisamente, questo sacramento esprime e rende visibile l’unione di Cristo con la Chiesa, e in esso brilla la somiglianza dell’umanità con Dio che l’ha creata a sua immagine: l’immagine dell’amore e dell’unità.

DAL 4 AL 23 OTTOBRE: SINODO ORDINARIO

Il Sinodo è un tempo forte per tutta la Chiesa: pastori e fedeli devono lasciarsi guidare dallo Spirito Santo per realizzare la sinodalità. Papa Francesco la considera un elemento importante nella vita della Chiesa. Fin dall’inizio del suo pontificato, più volte Papa Francesco ha fatto riferimento al rinnovamento del Sinodo. La prima novità introdotta è stata quella del cammino in due tappe: l’Assemblea generale straordinaria del 2014 e quella ordinaria del 2015. Conclusa la prima fase del percorso sinodale con l’Assemblea generale straordinaria dell’ottobre 2014, si è aperta la preparazione della seconda tappa che culminerà nella celebrazione della XIV Assemblea generale ordinaria, che si svolgerà dal 4 al 23 ottobre 2015, sul tema: «La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo». Come nella prima fase, anche in questa ultima è stato ascoltato il Popolo di Dio sui temi scottanti che riguardano la famiglia, dai Vescovi ai presbiteri, dai diaconi ai fedeli, dai laici ai movimenti e associazioni. Le indicazioni del Magistero che verranno dal prossimo Sinodo serviranno per affrontare al meglio le sfide che attendono le famiglie del nostro tempo. A tutti il dovere di accoglierle e di metterle in pratica nel quotidiano.


OTTOBRE MESE MISSIONARIO

Durante tutto questo mese la Chiesa invita i suoi fedeli alla preghiera e raccolta fondi per sostenere le missioni cattoliche diffuse nelle più remoti e poveri territori del pianeta.
In parrocchia si raccoglieranno offerte nel bussolotto presente vicino all’altare della Madonna di Riese e sarà possibile compilando l’apposito modulo in chiesa o inviando una e-mail a parroco@sanpioxlipunti.it con i recapiti per essere ricontattati .


AVVISi: MATRIMONIO, SACRAMENTI, GRUPPI, SUORE

Sono invitati a presentarsi in chiesa ENTRO IL MESE DI OTTOBRE:
- FIDANZATI: che intendano celebrare il Sacramento del Matrimonio nel 2016
- ADULTI: che devono ricevere il Battesimo o altri Sacramenti

Durante questo mese riprenderanno gli incontri dei diversi gruppi e associazioni presenti in parrocchia oltre alle attività dell’ORATORIO alle quali tutti sono invitati a partecipare.

Chiunque possedesse una foto ricordo dell’arrivo delle Suore Domenicane avvenuto il 26 giugno 1976 o di altri momenti del loro arrivo può comunicarcelo direttamente in chiesa o via e-mail.


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.


SITO PARROCCHIALE HA COMPIUTO 10 ANNI DI ATTIVITA’ ON-LINE

Il sito della Parrocchia di San Pio X è on-line dal settembre 2005 e con sistema di aggiornamento delle news è possibile risalire alla prima notizia ancora archiviata data 4-10-2005, dieci anni esatti ad oggi.




Archivio 2015
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
   Gennaio  
  Febbraio  
    Marzo   
   Aprile   
   Maggio   
   Giugno   
   Luglio   
   Agosto   
  Settembre 
   Ottobre  
  Novembre  
  Dicembre  
Archivio 2019
Archivio 2018
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
2005-2018 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster qu. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica