HOME PARROCCHIA IL SANTO APPUNTAMENTI I PELLEGRINAGGI FOTO ALBUM LA VOCE VIDEO ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI I GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI DONAZIONI HELP
.
 Notizie - GENNAIO 2015

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal menù a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-QUARTA DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
31/01/2015




+ IVa DOMENICA +

- GIORNATA PER LA VITA -

«COMANDA PERSINO AGLI SPIRITI IMPURI E GLI OBBEDISCONO!»

Marco 1,27
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (1,21-28)

In quel medesimo giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: «Passiamo all’altra riva». E, congedata la folla, lo presero con sé, così com’era, nella barca. C’erano anche altre barche con lui. Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non t’importa che siamo perduti?». Si destò, minacciò il vento e disse al mare: «Taci, càlmati!». Il vento cessò e ci fu grande bonaccia. Poi disse loro: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?». E furono presi da grande timore e si dicevano l’un l’altro: «Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?».


COMMENTO ALLE LETTURE

Chi è Gesù, con quale autorità compie gesti e miracoli? Questi interrogativi risuonavano tra i fedeli riuniti nella sinagoga di Cafarnao. La gente era stupita dal suo insegnamento. Percepivano in Lui qualcosa di diverso dalla solita predicazione. Mentre si chiedevano chi veramente fosse, ecco che il nemico si fa autogol. Uno spirito immondo proclama a voce alta che Gesù è il Santo di Dio. Accanto all’insegnamento si ha il primo scontro di Gesù con il male. Lo stupore per la sua dottrina si unisce a quello per i suoi gesti. Chi può mai comandare a uno spirito immondo e scacciarlo? La possessione diabolica mette in luce il contrasto netto tra Gesù e Satana, che incarna ogni male. L’interrogativo è valido ancora oggi per noi. Gesù stravolge le nostre sicurezze, le nostre certezze. Si serve di tutto, anche del male per aprirci gli occhi e invitarci ad accogliere la sua amicizia. Dobbiamo ascoltare la sua voce, perché egli è mandato da Dio, come aveva annunciato il Deuteronomio. Gli fa eco l’apostolo Paolo quando invita a vivere per il Signore per trovare la vera felicità.

1 FEBBRAIO: GIORNATA PER LA VITA

Il sì di Maria, un si alla vita in ogni madre e padre

MIRIAM, Maria, una semplice ragazza in un picco- «ED ERANO STUPITI DEL SUO INSEGNAMENTO» lo villaggio, viene chiamata al compito impossibile: diventare madre di chi sarà chiamato «Figlio dell’Altissimo» (Lc 1,26-38). Compito misterioso, a cui rispondere sì. Così Maria mostra all’umanità tutta che la santità più piena sta nella pura disponibilità a diventare strumento della volontà generatrice di Dio. Nessuna storia potrà mai raccontare con più chiarezza che donare e accogliere la vita è l’unica esperienza attraverso cui l’umanità può superare se stessa e i propri limiti. L’uomo si avvicina a Dio non quando si basa sulle proprie forze, per costruire la Torre di Babele, né quando insegue tutte le ricchezze o la sapienza di questo mondo, ma quando mette in gioco la sua libertà nel dire "sì" alla vita. Uscendo da sé, amando a tal punto da generare una nuova vita. «Nella maternità della donna, unita alla paternità dell’uomo, si riflette l’eterno mistero del generare che è in Dio stesso… comune all’uomo e alla donna» anche se «la maternità della donna costituisce una "parte" speciale di questo comune essere genitori» (Mulieris Dignitatem, n. 18). Per questo la maternità di Maria è un segno che non riguarda solo le donne, ma chiama l’umanità tutta, uomini e donne, a riconoscere che la grandezza e la verità della propria vita sta fuori da sé. Sta nel saper generare ed accogliere una nuova vita: ognuna un piccolo pezzo di Dio.


6-10 APRILE: PELLEGRINAGGIO MEDJUGORJE

La parrocchia organizza dal 6 al 10 aprile un pellegrinaggio a Medjugorje con voli diretti Alghero-Mostar-Alghero. Le informazioni complete si trovano sul programma scaricabile nella sezione "pellegrinaggi" cliccando qui.




-TERZA DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
24/01/2015




+ IIIa DOMENICA +

«CONVERTITEVI E CREDETE AL VANGELO»

Marco 1,15
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (1,14-20)

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. E subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.


COMMENTO ALLE LETTURE

«Il tempo è compiuto e il Regno di Dio è vicino». L’evangelista Marco nel suo Vangelo riferisce che Gesù ha pronunciato questa frase mentre predicava in Galilea dopo l’arresto di Giovanni. Quanti la ascoltano a distanza di secoli avvertono un avviso a essere solleciti. «Convertitevi e credete al Vangelo!». Non è più tempo di stare fermi ad attendere gli eventi, la novità introdotta da Cristo non lascia via d’uscita. O si accoglie il suo invito di amicizia o si rifiuta. La nostra risposta è carica di conseguenze, perché Cristo non si accontenta delle mezze misure. Vuole che lo seguiamo e che uniformiamo la nostra condotta ai suoi insegnamenti. Anche l’apostolo Paolo, scrivendo ai cristiani di Corinto, esprime questo senso di fretta, di urgenza nell’accogliere Cristo prima possibile, perché non c’è più tempo. Significativa la figura del profeta Giona recalcitrante. Al suo richiamo alla conversione per evitare di subire il castigo di Dio, gli abitanti di Ninive, pagani, mettono in atto una risposta articolata in tre atteggiamenti: fede, opere, cambiamento radicale di vita.

SABATO 31 GENNAIO: PRESENTAZIONE LIBRO "AIDS: DESTINATI A VIVERE"

Dopo la celebrazione della S. Messa delle ore 18:00 presieduta da P. Salvatore Morittu fondatore dell’Associazione Mondo X nel salone parrocchiale si terrà la presentazione del libro "AIDS: DESTINATI A VIVERE" dell’autrice RITA SALARIS.
Tutti i proventi derivanti dalla vendita del libro spettanti all’autrice, saranno devoluti all’Associazione Mondo X - Sardegna impegnata nel campo del disadattamento e della emarginazione sociale che accoglie nelle sue strutture persone con gravi problemi di disagio e di dipendenza di qualsiasi genere e persone affette da AIDS e patologie correlate.




-SECONDA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Sassari
17/01/2015




+ IIa DOMENICA +

«CHE COSA CERCATE?»

Giovanni 1,38
    

+ VANGELO SECONDO GIOVANNI (1,35-42)

In quel tempo Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio. Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.


COMMENTO ALLE LETTURE

Nella prima lettura Samuele confonde la voce di Dio con quella di Eli. Non è questi, ma Dio a chiamarlo. Per capirlo Samuele ha comunque bisogno di Eli, che lo aiuta a discernere la parola di Dio e lo educa ad assumere i giusti atteggiamenti per ascoltarla e obbedirle. L’esperienza di Dio è sempre personale, ma abbiamo bisogno di qualcuno che ci accompagni e ci introduca in essa. La stessa cosa accade nel Vangelo. Andrea e il suo compagno vivono un incontro personale con Gesù, espresso con l'immagine stupenda del dimorare con lui nella stessa casa. Anche Pietro vive l’esperienza personale dello sguardo di Gesù che si posa su di lui e lo trasforma. Eppure hanno tutti bisogno della fede di qualcun altro che consegni la loro vita all'incontro con Gesù: i primi due discepoli ascoltano la testimonianza del Battista; Pietro quella del fratello Andrea. Come ricorda Paolo, ciascuno di noi è, nel suo corpo, tempio dello Spirito. Ecco l'esperienza personale! Nello stesso tempo siamo chiamati a divenire membra dell’unico corpo di Cristo. Ecco la dimensione comunitaria della fede!

18-25 GENNAIO: SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI

GESU’ ALLA SAMARITANA: "DAMMI UN PO’ D’ACQUA DA BERE"

I cristiani dovrebbero avere fiducia che le esperienze di incontro e di scambio con l’altro, anche se di diversa tradizione religiosa, possono cambiarci e aiutarci a raggiungere la profondità del pozzo. Relazionarsi con coloro che ci sono stranieri, con il desiderio di bere dal loro pozzo, ci apre alle "meraviglie di Dio" che proclamiamo. In un luogo selvaggio, il popolo di Dio si trovava senza acqua e Dio inviò Mosè e Aronne a far sgorgare l’acqua dalla roccia. Allo stesso modo, Dio risponde alle nostre necessità mediante gli altri. Nel momento in cui invochiamo il Signore nelle nostre necessità, come la Samaritana che chiede a Gesù: "Signore, dammela quest’acqua!"




-BATTESIMO DEL SIGNORE GESU'

Sassari
11/01/2015




+ BATTESIMO DEL SIGNORE +

«TU SEI IL FIGLIO MIO, L’AMATO: IN TE HO POSTO IL MIO COMPIACIMENTO»

Marco 1,11
    

+ VANGELO SECONDO MARCO (Mc 1,7-11)

In quel tempo, Giovanni proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo». Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, subito, uscendo dall’acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».


COMMENTO ALLE LETTURE

La Vergine Maria ha accolto Gesù come una madre accoglie suo figlio. Nella fede si è aperta totalmente al suo mistero. Ella è la Madre santa, la piena di grazia che ha dato alla luce il Salvatore. Nella fede Maria trova il suo più bel titolo di gloria, sulla fede si fonda la sua maternità spirituale. L’invocazione liturgica, che Mosè indica ai sacerdoti quale formula per benedire e attirare la benevolenza divina sul popolo eletto, descrive la fede di Israele nel Dio vivente, sempre presente e all'opera nel cuore dell’umanità. San Paolo (II Lettura) ci svela il disegno di Dio che ha voluto che il suo Figlio si facesse uomo nascendo da una donna, affinché diventassimo suoi figli e imparassimo a vivere come tali, nella libertà e nell’amore. Il Vangelo, scelto per la liturgia di inizio anno, racconta la visita dei pastori al presepio. La vergine Maria prega e medita in silenzio le meraviglie operate da Dio. Gli auguri per il nuovo anno alla luce della fede non possono consistere solo in parole, ma debbono tramutarsi in azioni che promuovano la pace tra di noi e nel mondo intero.

ORDINAZIONE SACERDOTALE DI FRA LUCA ATZENI

Sabato 10 gennaio con la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. mons. Paolo Atzei Arcivescovo di Sassari alle ore 17:00 nella Chiesa di S. Maria in Betlem a Sassari, è stato ordinato sacerdote Fra Luca Atzeni parrocchiano di Li Punti e appartenente all’Ordine dei Frati Minori Conventuali.
Domenica 11 gennaio alle ore 17:00 Fra Luca celebrerà la sua prima Santa Messa nella nostra chiesa parrocchiale di S. Pio X. La comunità è tutta invitata ad accoglierlo festosamente dalle ore 16:00 in chiesa per recarci alla sua casa e poi nella seguente celebrazione.


AVVISO: LUNEDI’ E MARTEDI’ RIPRENDE IL CATECHISMO

Lunedì 12 e martedì 13 riprenderanno le attività del Catechismo parrocchiale secondo i soliti orari previsti per ciascuna classe.


MERCOLEDI’ 14 GENNAIO: DIRETTA RADIOFONICA SU RADIOMARIA

Mercoledì 14 gennaio alle ore 07:30 si celebreranno in chiesa le Lodi, il Santo Rosario e la S. Messa in diretta radiofonica con RADIO MARIA.


SABATO 17 GENNAIO: FESTA DI SANT’ANTONIO ABATE

Sabato 17 gennaio si celebra in parrocchia la Festa di Sant’Antonio Abate con la S. Messa alle ore 18:00 alla quale seguirà la processione col simulacro del santo eremita e la tradizionale benedizione del fuoco. Nel pomeriggio ci sarà anche la consueta benedizione degli animali domestici che si terrà nel sagrato della chiesa.


DOMENICA 18 GENNAIO: FESTA PER L’ALBANIA

Dalle ore 16:00 nel Salone parrocchiale si terrà una "Festa per l’Albania" con una piccola lotteria in cui tutti il ricavato sarà devoluto alle due Missioni Cattoliche in Albania ad Elbasan e Bathore in cui esercitano il loro ministero le Suore Domenicane della Beata Imelda Lambertini presenti anche nella nostra comunità parrocchiale.




-SECONDA DOMENICA DOPO NATALE ED EPIFANIA

Sassari
03/01/2015



Musica: "Notte de chelu" - versione del Duo Puggioni

DOMENICA 4 GENNAIO

+ IIa DOMENICA DOPO NATALE +

«VENIVA NEL MONDO LA LUCE VERA, QUELLA CHE ILLUMINA OGNI UOMO»

Giovanni 1,9
    

+ VANGELO SECONDO GIOVANNI (Gv 1,1-18)

In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta. Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce. Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Era nel mondo e il mondo è stato fatto per mezzo di lui; eppure il mondo non lo ha riconosciuto. Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto. A quanti però lo hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, i quali, non da sangue né da volere di carne né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati. E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità. Giovanni gli dà testimonianza e proclama: «Era di lui che io dissi: Colui che viene dopo di me è avanti a me, perché era prima di me». Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto: grazia su grazia. Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè, la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo. Dio, nessuno lo ha mai visto: il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è lui che lo ha rivelato.


COMMENTO ALLE LETTURE

La Vergine Maria ha accolto Gesù come una madre accoglie suo figlio. Nella fede si è aperta totalmente al suo mistero. Ella è la Madre santa, la piena di grazia che ha dato alla luce il Salvatore. Nella fede Maria trova il suo più bel titolo di gloria, sulla fede si fonda la sua maternità spirituale. L’invocazione liturgica, che Mosè indica ai sacerdoti quale formula per benedire e attirare la benevolenza divina sul popolo eletto, descrive la fede di Israele nel Dio vivente, sempre presente e all'opera nel cuore dell’umanità. San Paolo (II Lettura) ci svela il disegno di Dio che ha voluto che il suo Figlio si facesse uomo nascendo da una donna, affinché diventassimo suoi figli e imparassimo a vivere come tali, nella libertà e nell’amore. Il Vangelo, scelto per la liturgia di inizio anno, racconta la visita dei pastori al presepio. La vergine Maria prega e medita in silenzio le meraviglie operate da Dio. Gli auguri per il nuovo anno alla luce della fede non possono consistere solo in parole, ma debbono tramutarsi in azioni che promuovano la pace tra di noi e nel mondo intero.




MARTEDI 6 GENNAIO

+ EPIFANIA DEL SIGNORE +

«ENTRATI NELLA CASA, VIDERO IL BAMBINO CON MARIA SUA MADRE, SI PROSTRARONO E LO ADORARONO»

Matteo 2,11
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 2,1-12)

Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». All’udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: "E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero l’ultima delle città principali di Giuda: da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele"». Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire da loro con esattezza il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi accuratamente sul bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo». Udito il re, essi partirono. Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.


COMMENTO ALLE LETTURE

Nell’Epifania la Chiesa continua a contemplare il mistero della nascita di Gesù. L'invito a Sion di Isaia, esplode gioioso anche per noi. È il Signore che ci invita a balzare in piedi, lasciandoci rivestire dalla volontà di bene che Dio ha espressa nella nascita dell’Emmanuele, il Dio con noi. Il Figlio di Dio è venuto non solo per il popolo d'Israele, ma anche per l’intera umanità, rappresentata dai Magi. Ed è proprio sui Magi e sul loro cammino alla ricerca del Messia che la Chiesa ci invita oggi a meditare. I Magi erano certi che nella creazione esiste la cosiddetta "firma" di Dio. Il linguaggio del creato ci permette di percorrere un buon tratto di strada verso Dio, ma non ci dona la luce definitiva. Alla fine, per i Magi è stata indispensabile ascoltare la voce delle Sacre Scritture: solo esse potevano indicare loro la via. È la Parola di Dio la vera stella, che ci offre l’immenso splendore della verità divina. Lasciamoci guidare da questa stella, seguiamola nella nostra vita, camminando con la Chiesa, dove la Parola ha piantato la sua tenda.

AVVISO: ORARI SANTE MESSE

Ecco gli orari particolari di questa settimana:

MARTEDI’ 6 GENNAIO: EPIFANIA DEL SIGNORE
-> SANTE MESSE 08:30 - 10:00 - 18:00)

SABATO 10 GENNAIO: ORDINAZIONE SACERDOTALE FRA LUCA ATZENI
-> ORE 17:00 A S. MARIA IN BETLEM (SASSARI) ORDINAZIONE
-> NIENTE S. MESSA DELLE ORE 18:00 IN PARROCCHIA

DOMENICA 10 GENNAIO: PRIMA S. MESSA DI FRA LUCA ATZENI
-> ORE 16:00 INCONTRO IN CHIESA PER ANDARE A PRENDERLO A CASA
-> ORE 17:00 PRIMA S. MESSA DI FRA LUCA



ORDINAZIONE SACERDOTALE DI FRA LUCA AZTENI

Sabato 10 gennaio con la solenne Celebrazione Eucaristica delle ore 17:00 nella Chiesa di S. Maria in Betlem a Sassari, verrà ordinato sacerdote Fra Luca Atzeni parrocchiano di Li Punti e appartenente all’Ordine dei Frati Minori Conventuali.
Domenica 11 gennaio alle ore 17:00 Fra Luca celebrerà la sua prima Santa Messa nella nostra chiesa parrocchiale di S. Pio X. La comunità è tutta invitata ad accoglierlo festosamente dalle ore 16:00 in chiesa per recarci alla sua casa e poi nella seguente celebrazione.


APERTE LE ISCRIZIONI AI PELLEGRINAGGI 2015

Disponibili on-line i programmi dei due pellegrinaggi parrocchiali del 2015 che avranno come meta la Terrasanta e Giordania in luglio e Medjugorje in aprile.
I programmi sono scaricabili in formato PDF nella sezione "pellegrinaggi" oppure cliccando sui seguenti collegamenti:

- TERRASANTA E GIORDANIA (PDF 218Kb)
- MEDJUGORJE (PDF 208Kb)




Archivio 2015
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
¤   Gennaio  ¤
¤  Febbraio  ¤
¤    Marzo   ¤
¤   Aprile   ¤
¤   Maggio   ¤
¤   Giugno   ¤
¤   Luglio   ¤
¤   Agosto   ¤
¤  Settembre ¤
¤   Ottobre  ¤
¤  Novembre  ¤
¤  Dicembre  ¤
Archivio 2019
Archivio 2018
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
© 2005-2018 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster qú. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica