HOME PARROCCHIA IL SANTO APPUNTAMENTI I PELLEGRINAGGI FOTO ALBUM LA VOCE VIDEO ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI I GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI DONAZIONI HELP
.
 Notizie - SETTEMBRE 2017

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal menù a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-XXVIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
30/09/2017




Stemma e motto episcopale del nuovo Arcivescovo di Sassari

Domenica 1 ottobre 2017

INSEDIAMENTO DELL’ARCIVESCOVO
MONS. GIAN FRANCO SABA

+ XXVIma DOMENICA +

«IN VERITA’ IO VI DICO: I PUBBLICANI E LE PROSTITUTE VI PASSANO AVANTI NEL REGNO DI DIO»

Matteo 21,31
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 21,28-32)

In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: "Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna". Ed egli rispose: "Non ne ho voglia". Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: "Sì, signore". Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo». E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».



COMMENTO ALLE LETTURE DELLA DOMENICA

Bene e male, libertà e grazia attraversano la vita umana, mutandone le sorti. Ezechiele accentua la libertà dell’individuo, mettendo nelle sue mani la vita e la morte: «Se il giusto si allontana dalla giustizia…, egli muore», «Se il malvagio si converte dalla sua malvagità…, egli fa vivere se stesso». Il Salmo insiste sulla misericordia del Signore, che non ricorda i peccati della giovinezza. Matteo rispecchia il nostro incoerente comportamento in quello dei due figli della parabola. Determinante per entrambi è il compimento della volontà del padre, reso sempre possibile dal "pentimento", richiesto e sufficiente per modificare ogni situazione incompatibile con il regno di Dio. La volontà del Padre richiama l’obbedienza, da considerare come la dimostrazione concreta dell’esistenza del nostro rapporto di filiazione con Dio. La comunione di spirito nella comunità si raggiunge nella misura in cui ciascuno dei suoi membri saprà riprodurre nella propria vita gli stessi sentimenti di Cristo Gesù, il quale si è fatto obbediente fino alla morte e a una morte di croce



ARRIVO DEL NUOVO ARCIVESCOVO

Mons. Gian Franco Saba farà il suo ingresso solenne in Cattedrale Domenica 1 ottobre e prenderà possesso dell’Arcidiocesi.
Alle ore 16:15 incontrerà in Piazza d’Italia i Giovani e successivamente alle 17:30 è prevista la Cerimonia di Insediamento e la S. Messa.

IN PARROCCHIA NON SI CELEBRERA’ LA S. MESSA DI DOMENICA 1 OTTOBRE DELLE ORE 18:00.


OTTOBRE, MESE MISSIONARIO E MESE DEL S. ROSARIO

Durante tutto il mese di ottobre dedicato alle missioni ad gentes e al S. Rosario, ecco gli appuntamenti:
- TUTTE LE SERE PREGHIERA DEL S. ROSARIO CON LE INTENZIONI DOMENICANE;
- TUTTI I GIOVEDI’ PREGHIERA COL S. ROSARIO MISSIONARIO.


INIZIO NUOVO ANNO PASTORALE

Domenica 8 ottobre con la S. Messa delle ore 10:00 inizierà il nuovo Anno Pastorale nella nostra comunità. Ecco alcuni avvisi da ricordare:

- Iscrizioni al Catechismo da giovedì 14 settembre ore 9:00 via Crovetti (solo per il primo anno, per gli altri non c’è bisogno);
- Partecipazione ai Gruppi presenti nella comunità;
- Fidanzati che intendono sposarsi nel 2018 e adulti che devono ricevere i Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana (Battesimo, Cresima, Eucaristia), sono invitati a presentarsi il parrocchia per poter programmare/illustrare il cammino da svolgere.




-XXVa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
23/09/2017



+ XXVma DOMENICA +

«COSI’ GLI ULTIMI SARANNO PRIMI E I PRIMI, ULTIMI»

Matteo 20,16
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 20,1-16)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all’alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna. Si accordò con loro per un denaro al giorno e li mandò nella sua vigna. Uscito poi verso le nove del mattino, ne vide altri che stavano in piazza, disoccupati, e disse loro: "Andate anche voi nella vigna; quello che è giusto ve lo darò". Ed essi andarono. Uscì di nuovo verso mezzogiorno e verso le tre, e fece altrettanto. Uscito ancora verso le cinque, ne vide altri che se ne stavano lì e disse loro: "Perché ve ne state qui tutto il giorno senza far niente?". Gli risposero: "Perché nessuno ci ha presi a giornata". Ed egli disse loro: "Andate anche voi nella vigna". Quando fu sera, il padrone della vigna disse al suo fattore: "Chiama i lavoratori e dai loro la paga, incominciando dagli ultimi fino ai primi". Venuti quelli delle cinque del pomeriggio, ricevettero ciascuno un denaro. Quando arrivarono i primi, pensarono che avrebbero ricevuto di più. Ma anch’essi ricevettero ciascuno un denaro. Nel ritirarlo, però, mormoravano contro il padrone dicendo: "Questi ultimi hanno lavorato un’ora soltanto e li hai trattati come noi, che abbiamo sopportato il peso della giornata e il caldo". Ma il padrone, rispondendo a uno di loro, disse: "Amico, io non ti faccio torto. Non hai forse concordato con me per un denaro? Prendi il tuo e vattene. Ma io voglio dare anche a quest’ultimo quanto a te: non posso fare delle mie cose quello che voglio? Oppure tu sei invidioso perché io sono buono?". Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi».



COMMENTO ALLE LETTURE DELLA DOMENICA

La parabola dei lavoratori a giornata è la risposta "sconcertante" di Gesù alla domanda degli apostoli che hanno lasciato tutto per seguirlo: "Che cosa ne avremo?". Il padrone della vigna, che ha dato agli operai quanto era stato concordato, si ritiene nel giusto. Non solo non accetta il loro intervento, ma difende la bontà del suo operato, accusando di invidia l’interlocutore. Matteo, che vede, al di là della parabola, il risentimento del popolo ebraico contro l’eccessiva misericordia divina riguardo ai pagani ammessi "gratuitamente" nel Regno, sa quanto sia difficile comprendere l’agire di Dio, che ci scandalizza. Dio non pensa come noi e nel suo agire segue vie che sembrano opposte alle nostre: «misericordioso e pietoso è il Signore, lento all’ira e grande nell’amore; buono è il Signore verso tutti, la sua tenerezza si espande su tutte le creature» (I Lettura). Il percorrere le vie di Dio ci conducono alla meta, tenuto conto che noi non sappiamo neppure quale via scegliere, come confessa lo stesso Paolo. Convinti che Dio ci vuole bene, abbandoniamoci fiduciosi alla sua volontà.



SALUTO A MONS. ATZEI E ARRIVO DEL NUOVO ARCIVESCOVO

Mons. Paolo Atzei saluterà i fedeli dell’Arcidiocesi il prossimo venerdì 29 settembre alle ore 20:00 nella Cattedrale di S. Nicola.

Mons. Gian Franco Saba farà il suo ingresso solenne in Cattedrale Domenica 1 ottobre e prenderà possesso dell’Arcidiocesi.
Alle ore 16:15 incontrerà in Piazza d’Italia i Giovani e successivamente alle 17:30 è prevista la Cerimonia di Insediamento e la S. Messa.

IN PARROCCHIA NON SI CELEBRERA’ LA S. MESSA DI DOMENICA 1 OTTOBRE DELLE ORE 18:00.



INIZIO NUOVO ANNO PASTORALE

Domenica 8 ottobre con la S. Messa delle ore 10:00 inizierà il nuovo Anno Pastorale nella nostra comunità. Ecco alcuni avvisi da ricordare:

- Iscrizioni al Catechismo da giovedì 14 settembre ore 9:00 via Crovetti (solo per il primo anno, per gli altri non c’è bisogno);
- Partecipazione ai Gruppi presenti nella comunità;
- Fidanzati che intendono sposarsi nel 2018 e adulti che devono ricevere i Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana (Battesimo, Cresima, Eucaristia), sono invitati a presentarsi il parrocchia per poter programmare/illustrare il cammino da svolgere.




-XXIVa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
16/09/2017



+ XXIVma DOMENICA +

«NON TI DICO FINO A SETTE VOLTE, MA FINO A SETTANTA VOLTE SETTE»

Matteo 18,22
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 18,21-35)

In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette. Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare i conti, quando gli fu presentato un tale che gli doveva diecimila talenti. Poiché costui non era in grado di restituire, il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, i figli e quanto possedeva, e così saldasse il debito. Allora il servo, prostrato a terra, lo supplicava dicendo: "Abbi pazienza con me e ti restituirò ogni cosa". Il padrone ebbe compassione di quel servo, lo lasciò andare e gli condonò il debito. Appena uscito, quel servo trovò uno dei suoi compagni, che gli doveva cento denari. Lo prese per il collo e lo soffocava, dicendo: "Restituisci quello che devi!". Il suo compagno, prostrato a terra, lo pregava dicendo: "Abbi pazienza con me e ti restituirò". Ma egli non volle, andò e lo fece gettare in prigione, fino a che non avesse pagato il debito. Visto quello che accadeva, i suoi compagni furono molto dispiaciuti e andarono a riferire al loro padrone tutto l’accaduto. Allora il padrone fece chiamare quell’uomo e gli disse: "Servo malvagio, io ti ho condonato tutto quel debito perché tu mi hai pregato. Non dovevi anche tu aver pietà del tuo compagno, così come io ho avuto pietà di te?". Sdegnato, il padrone lo diede in mano agli aguzzini, finché non avesse restituito tutto il dovuto. Così anche il Padre mio celeste farà con voi se non perdonerete di cuore, ciascuno al proprio fratello».



COMMENTO ALLE LETTURE DELLA DOMENICA

Il finale del Vangelo fa riflettere i cristiani che credono all’amore del Padre misericordioso. Il Signore annuncia a Pietro la necessità di perdonare sempre. Tuttavia Gesù sa che il cuore dell’uomo porta dentro rancore, ira e odio. Per di più, fin dall’inizio dei tempi gli uomini coltivano questi atteggiamenti come fossero virtù. Regna un’affascinante quanto falsa credenza: più si eserciterà la vendetta, più si troverà serenità, leggerezza e soddisfazione. Il debitore del re, oggetto della sua pietà, mostra che l’ira vendicatrice si autoalimenta, fa perdere di vista la propria miseria, pervade l’esistenza e perfino gli atti di amore ricevuti faticano ad arginarla. La verità scomoda è che il Cristo ha una volontà di salvezza su tutti gli uomini, perché «sia che viviamo, sia che moriamo, siamo del Signore» (II Lettura). Che ne sarebbe di noi se Dio ci riservasse lo stesso trattamento che vorremmo per i nostri nemici? Per questo, abbiamo fiducia che guardare la nostra vita con onestà ci renderà un po’ più degni dell’infinita misericordia del Padre.



APPUNTAMENTI PER L’ARRIVO DEL NUOVO ARCIVESCOVO

Mons. Gian Franco Saba farà il suo ingresso solenne in Cattedrale Domenica 1 ottobre e prenderà possesso dell’Arcidiocesi.


INIZIO NUOVO ANNO PASTORALE

Domenica 8 ottobre inizierà il nuovo Anno Pastorale nella nostra comunità. Ecco alcuni avvisi da ricordare:

- Iscrizioni al Catechismo da giovedì 14 settembre ore 9:00 via Crovetti (solo per il primo anno, per gli altri non c’è bisogno);
- Partecipazione ai Gruppi presenti nella comunità;
- Fidanzati che intendono sposarsi nel 2018 e adulti che devono ricevere i Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana (Battesimo, Cresima, Eucaristia), sono invitati a presentarsi il parrocchia per poter programmare/illustrare il cammino da svolgere.


FESTA DI S. PIO DA PIETRELCINA

Ecco di seguito il programma della Festa liturgia di San Pio da Pietrelcina.

VENERDI’ 22 SETTEMBRE
- ore 16:30 Confessioni (P. Ilario Bianchi)
- ore 18:00 S. Messa
- ore 19:00 Transito di San Pio

SABATO 23 SETTEMBRE
- ore 17:30 S. Rosario
- ore 18:00 S. Messa della domenica presieduta da P. Fabio Serra e a seguire processione col simulacro del santo





-XXIIIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
09/09/2017



+ XXIIIma DOMENICA +

«PERCHE’ DOVE SONO DUE O TRE RIUNITI NEL MIO NOME, LI’ SONO IO IN MEZZO A LORO»

Matteo 18,20
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 18,15-20)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà, prendi ancora con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano. In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo. In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».



COMMENTO ALLE LETTURE DELLA DOMENICA

Il Signore ci ha costituiti sentinelle premurose e attente a favore dei fratelli. Dalle parole dell’apostolo Paolo, infatti, intuiamo che il debito dell’amore vicendevole è un seme che germoglia con il rispetto e fruttifica con la stima reciproca. È fin troppo evidente la presenza di conflitti non sciolti nelle famiglie e nelle comunità. L’orgoglio e il desiderio di vendetta seduce tutto il genere umano e lo incolla alla polvere di questa terra. Cristo Signore – che ha vinto il peccato dal trono della croce – continua ad istruire i suoi perché «non sanno quello che fanno» (Lc 23,34). Ai cristiani è indicata l’urgenza e la via della concordia: la riconciliazione è talmente importante da coinvolgere un crescendo di persone. Tuttavia possiamo individuare la chiave di lettura negli ultimi versetti del Vangelo: la preghiera a Dio. Avere il Signore come riferimento alzerà lo sguardo del nostro cuore al cielo, affinché possiamo prendere coscienza di quanto male facciano i grovigli di antichi rancori che incatenano ancora i nostri figli.



DOMENICA 10 SETTEMBRE NON SI CELEBRA LA S. MESSA DELLE 18:00

Domenica 10 settembre NON sarà celebrata la S. Messa delle ore 18:00 in Parrocchia perché nella Parrocchia di Gesù Buon Pastore di Sassari verrà consacrata la nuova chiesa (ore 18:30) col rito celebrato dall’Arcivescovo di Sassari Mons. Paolo Atzei.


APPUNTAMENTI PER L’ARRIVO DEL NUOVO ARCIVESCOVO

Mons. Gian Franco Saba riceverà la Consacrazione Episcopale ad Olbia nella mercoledì 13 settembre (partenza da Li Punti alle ore 7:00), non si celebra la S. Messa delle ore 18:00 in parrocchia.
Domenica 1 ottobre farà il suo ingresso solenne in Cattedrale e prenderà possesso dell’Arcidiocesi.


INIZIO NUOVO ANNO PASTORALE

Domenica 8 ottobre inizierà il nuovo Anno Pastorale nella nostra comunità. Ecco alcuni avvisi da ricordare:

- Iscrizioni al Catechismo da giovedì 14 settembre ore 9:00 via Crovetti (solo per il primo anno, per gli altri non c’è bisogno);
- Partecipazione ai Gruppi presenti nella comunità.




-XIIma DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
03/09/2017



+ XXIIma DOMENICA +

«PERCHE’ IL FIGLIO DELL’UOMO STA PER VENIRE NELLA GLORIA DEL PADRE SUO CON I SUOI ANGELI, E ALLORA RENDERA’ A CIASCUNO SECONDO LE SUE AZIONI»

Matteo 16,27
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 16,21-27)

In quel tempo, Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo dicendo: «Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai». Ma egli, voltandosi, disse a Pietro: «Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!». Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà. Infatti quale vantaggio avrà un uomo se guadagnerà il mondo intero, ma perderà la propria vita? O che cosa un uomo potrà dare in cambio della propria vita? Perché il Figlio dell’uomo sta per venire nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo le sue azioni».



COMMENTO ALLE LETTURE DELLA DOMENICA

Oggi la liturgia ci presenta una realtà per noi difficile da accogliere: il frequente verificarsi della mancata coincidenza della volontà di Dio con i nostri desideri. È capitato al profeta Geremia che vediamo protestare e sentire il pungiglione della ribellione, la tentazione di sbarazzarsi di tutto ma al contempo realizzare che non può ignorare la presenza della Parola di Dio che, dentro di lui come fuoco racchiuso nelle sue ossa, cerca di contenere ma non può. La stessa ribellione alberga negli apostoli che, pur avendo mostrato, attraverso Pietro, di aver compreso il mistero di Dio rivelato dalla persona di Cristo, non accettano il cammino che lo attende, ossia che vada a Gerusalemme, soffra molto, sia ucciso e risusciti (Vangelo). Eppure la vera identità del Messia (diversa dalle aspettative del popolo e dei discepoli) si rivelerà a partire da questo mistero di passione, morte e risurrezione. Sarà questo mistero pasquale che abiliterà tutti noi a celebrare il culto autentico che, ci ricorda san Paolo, consiste nell’offrirsi come sacrificio vivo, santo e gradito a Dio.



DAL VENERDI’ 1 SETTEMBRE CAMBIANO GLI ORARI DELLE S. MESSE

Da venerdì 1 settembre 2017 cambieranno gli orari delle S. Messe come riportati in seguito:
- GIORNI FERIALI (dal lunedì fino al sabato mattina): 08:30 - 18:00
- GIORNI FESTIVI (il sabato sera e la domeniche): 08:30 - 10:00 - 18:00

Le liturgie delle Lodi, Vespri e S. Rosario saranno anticipate prima delle celebrazioni delle S. Messe.


DOMENICA 10 SETTEMBRE NON SI CELEBRA LA S. MESSA DELLE 18:00

Domenica 10 settembre NON sarà celebrata la S. Messa delle ore 18:00 in Parrocchia perché nella Parrocchia di Gesù Buon Pastore di Sassari verrà consacrata la nuova chiesa (ore 18:30) col rito celebrato dall’Arcivescovo di Sassari Mons. Paolo Atzei.


INIZIO NUOVO ANNO PASTORALE

Domenica 8 ottobre inizierà il nuovo Anno Pastorale nella nostra comunità. Ecco alcuni avvisi da ricordare:

- Iscrizioni al Catechismo (solo per il primo anno, per gli altri non c’è bisogno);
- Partecipazione ai Gruppi presenti nella comunità.


APPUNTAMENTI PER L’ARRIVO DEL NUOVO ARCIVESCOVO

Mons. Gian Franco Saba riceverà la Consacrazione Episcopale ad Olbia nella Chiesa di San Simplicio mercoledì 13 settembre.
Domenica 1 ottobre farà il suo ingresso solenne in Cattedrale e prenderà possesso dell’Arcidiocesi.




Archivio 2017
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
¤   Gennaio  ¤
¤  Febbraio  ¤
¤    Marzo   ¤
¤   Aprile   ¤
¤   Maggio   ¤
¤   Giugno   ¤
¤   Luglio   ¤
¤   Agosto   ¤
¤  Settembre ¤
¤   Ottobre  ¤
¤  Novembre  ¤
¤  Dicembre  ¤
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
© 2005-2015 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster quì. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica