HOME PARROCCHIA PATRONO APPUNTAMENTI PELLEGRINAGGI LA VOCE PRIVACY e COOKIES ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI HELP
.
 Notizie - FEBBRAIO 2016

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal men a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-TERZA DOMENICA DI QUARESIMA

Sassari
27/02/2016




+ IIIa DOMENICA DI QUARESIMA +

«SE NON VI CONVERTIRETE, PERIRETE TUTTI ALLO STESSO MODO»

Luca 13,3
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 13,1-9)

In quel tempo si presentarono alcuni a riferire a Gesù il fatto di quei Galilei, il cui sangue Pilato aveva fatto scorrere insieme a quello dei loro sacrifici. Prendendo la parola, Gesù disse loro: «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subito tale sorte? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quelle diciotto persone, sulle quali crollò la torre di Sìloe e le uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo». Diceva anche questa parabola: «Un tale aveva piantato un albero di fichi nella sua vigna e venne a cercarvi frutti, ma non ne trovò. Allora disse al vignaiolo: "Ecco, sono tre anni che vengo a cercare frutti su quest’albero, ma non ne trovo. Tàglialo dunque! Perché deve sfruttare il terreno?". Ma quello gli rispose: "Padrone, lascialo ancora quest’anno, finché gli avrò zappato attorno e avrò messo il concime. Vedremo se porterà frutti per l’avvenire; se no, lo taglierai"».


COMMENTO ALLE LETTURE

Il Mistero Pasquale che celebriamo in ogni Liturgia ci spinge alla conversione. Come nell’Esodo Dio si rivelò a Mosè per liberare dall’Egitto il suo popolo, così Gesù si manifesta mostrando la necessità della conversione, segno della liberazione dalla schiavitù del peccato. Infatti, nel Vangelo di oggi, il Signore prende spunto da due fatti di cronaca per parlare dell’urgenza di questa conversione. Le disgrazie che vediamo attorno a noi non sono segno del castigo di Dio, opinione comune anche oggi. I colpiti non sono più peccatori di altri, dice Gesù. Al contrario, ognuno diventa segno per l’altro della fragilità della vita, della sua pochezza se non è vissuta nella fede. Anche Paolo, servendosi dei fatti dell’Esodo, ammonisce i Corinzi di non sentirsi al sicuro perché sono cristiani. Per la salvezza non basta l’azione di Dio: è necessaria la nostra parte. Gesù poi aggiunge la parabola del fico sterile al quale viene data una seconda possibilità: egli non ha fretta di sradicare una pianta improduttiva. Anche nelle piante senza frutti, con la conversione, la grazia può produrre vita nuova a primavera.

Ascolta l’omelia in formato MP3 presente in fondo alla news o nella sezione "la Voce"

A.D.P.: INTENZIONI DI PREGHIERA PER IL MESE DI MARZO

Ecco elencate di seguito le intenzioni di preghiera proposte dall’Apostolato della Preghiera per il mese di Marzo:

UNIVERSALE
Perché le famiglie in difficoltà ricevano i necessari sostegni e i bambini possano crescere sani e sereni.

PER L’EVANGELIZZAZIONE
Perché i cristiani discriminati o perseguitati a motivo della loro Fede rimangano forti e fedeli al Vangelo, grazie all’incessante preghiera di tutta la Chiesa.

DEI VESCOVI
Perché i missionari della Misericordia siano accolti da tutti come segno della sollecitudine materna della Chiesa.

MARIANA
Perché Maria, la Vergine dell’Annunciazione, ci aiuti a conoscere e a compiere con animo generoso la volontà del Signore.



DOMENICA 13 MARZO: PELLEGRINAGGIO GIUBILARE

Domenica 13 marzo la parrocchia si recherà in pellegrinaggio alla chiesa giubilare di S. Pietro di Sorres per vivere il pomeriggio nel monastero in preghiera con l’attraversamento della Porta Santa, la Via Crucis e i Vespri celebrati dai padri benedettini.

NOTA: in quella domenica sera non è prevista la celebrazione della S. Messa perciò i fedeli sono invitati a partecipare alle S. Messa prefestiva di sabato 12 (18:00) o della domenica mattina (08:30 - 10:00 - 11:30).


SACRO TEMPO DELLA QUARESIMA

+ TUTTI I VENERDI’ DOPO LA S. MESSA DELLE 18:00: VIA CRUCIS

+ TUTTI I VENERDI’: ASTINENZA DALLE CARNI


Dalla Costituzione Apostolica Paenitemini - Paolo PP VI (1966)

DIGIUNO (dai 21 ai 60 anni incominciati):
La legge del digiuno obbliga a fare un unico pasto durante la giornata, ma non proibisce di prendere un po' di cibo al mattino e alla sera, attenendosi, per la quantità e la qualità, alle consuetudini locali approvate.

ASTINENZA (dai 14 anni in poi):
La legge dell'astinenza proibisce l'uso delle carni, non però l'uso delle uova, dei latticini e di qualsiasi condimento anche di grasso di animale.



PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-SECONDA DOMENICA DI QUARESIMA

Sassari
20/02/2016




+ IIa DOMENICA DI QUARESIMA +

«QUESTI E’ IL FIGLIO MIO, L’ELETTO; ASCOLTATELO!»

Luca 9,35
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 9,28b-36)

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare. Mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed ecco, due uomini conversavano con lui: erano Mosè ed Elìa, apparsi nella gloria, e parlavano del suo esodo, che stava per compiersi a Gerusalemme. Pietro e i suoi compagni erano oppressi dal sonno; ma, quando si svegliarono, videro la sua gloria e i due uomini che stavano con lui. Mentre questi si separavano da lui, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elìa». Egli non sapeva quello che diceva. Mentre parlava così, venne una nube e li coprì con la sua ombra. All’entrare nella nube, ebbero paura. E dalla nube uscì una voce, che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’eletto; ascoltatelo!». Appena la voce cessò, restò Gesù solo. Essi tacquero e in quei giorni non riferirono a nessuno ciò che avevano visto.


COMMENTO ALLE LETTURE

Lungo il suo cammino verso Gerusalemme, dove vivrà la sua passione morte e risurrezione, Gesù mostra ai discepoli un anticipo della sua gloria. Alla manifestazione di Dio, in cui Abràm riceve il dono dell’alleanza di Dio che si impegna con lui, corrisponde quella del Vangelo in cui i discepoli vedono la gloria di Cristo, segno della nuova alleanza siglata dal mistero pasquale. Luca precisa che il fatto avviene durante la preghiera: Gesù trova nella sua relazione con il Padre la forza per affrontare la vita. Appaiono accanto a Gesù anche Mosè ed Elia, simboli della Legge e dei profeti, che conversano con lui del suo esodo, del suo cammino verso la Pasqua. La loro presenza ci racconta che nei momenti difficili della nostra vita è dalla Sacra Scrittura che riceviamo conforto e sostegno, come fece Gesù. La seconda lettura ci mostra l’aspetto più bello dell’evento narrato dal Vangelo: anche noi saremo trasfigurati. È questo il nostro destino: non la sfigurazione della morte, ma la trasfigurazione del nostro corpo che, immerso in Cristo con il Battesimo, partecipa della sua gloria.

Ascolta l’omelia in formato MP3 presente in fondo alla news o nella sezione "la Voce"

DOMENICA 13 MARZO: PELLEGRINAGGIO GIUBILARE

Domenica 13 marzo la parrocchia si recherà in pellegrinaggio alla chiesa giubilare di S. Pietro di Sorres per vivere il pomeriggio nel monastero in preghiera con l’attraversamento della Porta Santa, la Via Crucis e i Vespri celebrati dai padri benedettini.

SONO APERTE LE ISCRIZIONI IN PARROCCHIA.

NOTA: in quella domenica sera non è prevista la celebrazione della S. Messa perciò i fedeli sono invitati a partecipare alle S. Messa prefestiva di sabato 12 (18:00) o della domenica mattina (08:30 - 10:00 - 11:30).


SACRO TEMPO DELLA QUARESIMA

+ TUTTI I VENERDI’ DOPO LA S. MESSA DELLE 18:00: VIA CRUCIS

+ TUTTI I VENERDI’: ASTINENZA DALLE CARNI


Dalla Costituzione Apostolica Paenitemini - Paolo PP VI (1966)

DIGIUNO (dai 21 ai 60 anni incominciati):
La legge del digiuno obbliga a fare un unico pasto durante la giornata, ma non proibisce di prendere un po' di cibo al mattino e alla sera, attenendosi, per la quantità e la qualità, alle consuetudini locali approvate.

ASTINENZA (dai 14 anni in poi):
La legge dell'astinenza proibisce l'uso delle carni, non però l'uso delle uova, dei latticini e di qualsiasi condimento anche di grasso di animale.



PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-PRIMA DOMEICA DI QUARESIMA

Sassari
13/02/2016




+ Ia DOMENICA DI QUARESIMA +

«STA SCRITTO: "NON DI SOLO PANE VIVRA’ L’UOMO"»

Luca 4,4
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 4,1-13)

In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: "Non di solo pane vivrà l’uomo"». Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un istante tutti i regni della terra e gli disse: «Ti darò tutto questo potere e la loro gloria, perché a me è stata data e io la do a chi voglio. Perciò, se ti prostrerai in adorazione dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: "Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto"». Lo condusse a Gerusalemme, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù di qui; sta scritto infatti: "Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo affinché essi ti custodiscano"; e anche: "Essi ti porteranno sulle loro mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra"». Gesù gli rispose: «È stato detto: "Non metterai alla prova il Signore Dio tuo"». Dopo aver esaurito ogni tentazione, il diavolo si allontanò da lui fino al momento fissato.


COMMENTO ALLE LETTURE

Gesù pieno di Spirito Santo viene condotto dallo stesso Spirito nel deserto: così racconta Luca nel brano odierno. Cosa avviene? Innanzitutto, vediamo come lo Spirito non sottrae Cristo alla prova, anzi, lo accompagna incontro alla sfida da affrontare. In un ambiente particolare: il deserto. Evidentemente, quel periodo di tentazione era necessario nel piano divino di salvezza. Lo Spirito, infatti, si muove sempre secondo la volontà divina: sollecita a compierla e fa sì che si realizzi. Luca mette poi in risalto anche un altro aspetto: lo Spirito non lascia mai solo Gesù, è al suo fianco per sostenerlo. Il Signore è sempre vicino, la sua salvezza è alla portata di tutti, lo afferma anche l’Apostolo Paolo nella Lettera ai Romani. Basta invocare il suo nome per essere salvati. Nessuno escluso! Occorre avere grande gratitudine verso Dio per questa sua benevolenza nei nostri confronti. Dobbiamo, perciò, essere riconoscenti come il popolo eletto. L’offerta delle primizie della terra era proprio un momento forte per ricordare nei secoli l’intervento decisivo del Signore nella liberazione dall’Egitto.

Ascolta l’omelia in formato MP3 presente in fondo alla news o nella sezione "la Voce"

IN CAMMINO CON CRISTO VERSO LA PASQUA

Con la Quaresima ogni anno tutta la Chiesa si mette in cammino con Cristo verso la sua pasqua di morte e risurrezione. Il mercoledì delle ceneri ci vengono consegnate le armi del combattimento e le medicine per la terapia quaresimale: l’ascolto della parola di Dio e la preghiera, il digiuno e un stile di vita improntato alla sobrietà, e le opere di carità, e ricevendo sul capo il simbolo delle ceneri ci sentiamo rivolgere personalmente l’invito di Gesù: «Convertitevi e credete al Vangelo». Le letture domenicali costituiscono una catechesi e un tirocinio di conversione. La prima domenica ascoltiamo il racconto della quaresima di Gesù e della sua vittoria sul tentatore, preludio della sua vittoria pasquale. Nella seconda la visione di Gesù trasfigurato sul monte prefigura l’esito del cammino dei discepoli al seguito di lui nell’ascolto e nella preghiera. Nella terza domenica risuona vigoroso l’ammonimento del maestro: «Se non vi convertirete perirete tutti allo stesso modo» e insieme l’annuncio della pazienza di Dio. Nella quarta giunge incoraggiante la parabola del Padre misericordioso che attende il ritorno del figlio perduto e di quello che sta in casa con atteggiamento di schiavo. La quinta domenica infine con il drammatico racconto della donna adultera che Gesù con il suo perdono rende capace di una vita nuova, è invito a riconoscersi peccatori per aver parte alla vita nuova che egli con la sua pasqua ha inaugurato.


MARTEDI 16 FEBBRAIO: CATECHESI SULLE OPERE DELLA MISERICORDIA

Si terrà in chiesa l’appuntamento (ore 19:00) con le Catechesi della sotto-zona pastorale sulle OPERE DELLA MISERICORDIA.


DOMENICA 13 MARZO: PELLEGRINAGGIO GIUBILARE

Domenica 13 marzo la parrocchia si recherà in pellegrinaggio alla chiesa giubilare di S. Pietro di Sorres per vivere il pomeriggio nel monastero in preghiera con l’attraversamento della Porta Santa, la Via Crucis e i Vespri celebrati dai padri benedettini.

SONO APERTE LE ISCRIZIONI IN PARROCCHIA.

NOTA: in quella domenica sera non è prevista la celebrazione della S. Messa perciò i fedeli sono invitati a partecipare alle S. Messa prefestiva di sabato 12 (18:00) o della domenica mattina (08:30 - 10:00 - 11:30).


SACRO TEMPO DELLA QUARESIMA

+ TUTTI I VENERDI’ DOPO LA S. MESSA DELLE 18:00: VIA CRUCIS

+ TUTTI I VENERDI’: ASTINENZA DALLE CARNI


Dalla Costituzione Apostolica Paenitemini - Paolo PP VI (1966)

DIGIUNO (dai 21 ai 60 anni incominciati):
La legge del digiuno obbliga a fare un unico pasto durante la giornata, ma non proibisce di prendere un po' di cibo al mattino e alla sera, attenendosi, per la quantità e la qualità, alle consuetudini locali approvate.

ASTINENZA (dai 14 anni in poi):
La legge dell'astinenza proibisce l'uso delle carni, non però l'uso delle uova, dei latticini e di qualsiasi condimento anche di grasso di animale.



PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




-QUINTA DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
06/02/2016




+ Va DOMENICA +

«MAESTRO, ABBIAMO FATICATO TUTTA LA NOTTE E NON ABBIAMO PRESO NULLA; MA SULLA TUA PAROLA GETTERO’ LE RETI»

Luca 5,5
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 5,1-11)

In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca. Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.


COMMENTO ALLE LETTURE

Nei due racconti di vocazioni che la liturgia oggi ci presenta, riscontriamo due interlocutori: Dio interviene per abilitare i chiamati alla futura missione, e questi devono rispondere con prontezza, senza esitazioni. La prima chiamata avviene nel tempio, dove il giovane Isaia sta partecipando ad una solenne celebrazione in onore del Dio altissimo. Di fronte alla santità divina, si scopre un uomo dalle labbra impure. Ma ecco che un Serafino, nel purificargli le labbra, lo rende idoneo all’annuncio della Parola. La seconda chiamata presenta la storia di un pescatore presso il lago di Genesaret, destinato a diventare pescatore di uomini. Dopo una notte trascorsa invano a pescare, Gesù invita Pietro e ai suoi soci di continuare a gettare le reti, fidandosi della sua Parola. Visto il risultato inatteso, Pietro smarrito si getta alle ginocchia del Maestro, dicendo: «Signore, allontanati da me che sono un peccatore». Anche in san Paolo notiamo che la grazia di Dio lo ha trasformato del tutto, da fiero persecutore della Chiesa di Dio diventa il testimone di Cristo morto e risorto.

7 FEBBRAIO: XXXVIII GIORNATA PER LA VITA

Il grado di progresso di una civiltà afferma Papa Francesco si misura proprio dalla capacità di custodire la vita, soprattutto nelle sue fasi più fragili, più che dalla diffusione di strumenti tecnologici. «Quando parliamo dell’uomo, non dimentichiamo mai tutti gli attentati alla sacralità della vita umana. È attentato alla vita la piaga dell’aborto. È attentato alla vita lasciar morire i nostri fratelli sui barconi nel canale di Sicilia. È attentato alla vita la morte sul lavoro perché non si rispettano le minime condizioni di sicurezza. È attentato alla vita la morte per denutrizione. È attentato alla vita il terrorismo, la guerra, la violenza; ma anche l’eutanasia. Amare la vita è sempre prendersi cura dell’altro, volere il suo bene, coltivare e rispettare la sua dignità trascendente. Cari amici, vi incoraggio a rilanciare una rinnovata cultura della vita, che sappia instaurare reti di fiducia e reciprocità e sappia offrire orizzonti di pace, di misericordia e di comunione. Non abbiate paura di intraprendere un dialogo fecondo con tutto il mondo della scienza, anche con coloro che, pur non professandosi credenti, restano aperti al mistero della vita umana».


MERCOLEDI’ 10 FEBBRAIO: MERCOLEDI’ DELLE CENERI

+ MERCOLEDI’ 10 FEBBRAIO: ORE 18:00 S. MESSA CON IMPOSIZIONE DELLE CENERI (DIGIUNO E ASTINENZA DALLE CARNI)

+ TUTTI I VENERDI’ DOPO LA S. MESSA DELLE 18:00: VIA CRUCIS

+ TUTTI I VENERDI’: ASTINENZA DALLE CARNI


Dalla Costituzione Apostolica Paenitemini - Paolo PP VI (1966)

DIGIUNO (dai 21 ai 60 anni incominciati):
La legge del digiuno obbliga a fare un unico pasto durante la giornata, ma non proibisce di prendere un po' di cibo al mattino e alla sera, attenendosi, per la quantità e la qualità, alle consuetudini locali approvate.

ASTINENZA (dai 14 anni in poi):
La legge dell'astinenza proibisce l'uso delle carni, non però l'uso delle uova, dei latticini e di qualsiasi condimento anche di grasso di animale.



GIOVEDI’ 11 FEBBRAIO: FESTA DELLA MADONNA DI LOURDES

XXIVma GIORNATA MONDIALE DEL MALATO

Ecco di seguito gli appuntamenti per la Festa della Madonna di Lourdes:

- ORE 11:00 Santa Messa con gli ammalati
- ORE 17:00 Adorazione Eucaristica
- ORE 18:00 Santa Messa e a seguire fiaccolata


PELLEGRINAGGI 2016

Nell’Anno Giubilare della Divina Misericordia e nel 40 Anniversario della presenza delle Suore Domenicane della Beata Imelda a Li Punti, la parrocchia si recherà in pellegrinaggio ad aprile a Roma e partecipare in piazza S. Pietro alla S. Messa Solenne presieduta da Sua Santità Papa Francesco nel giorno della Festa della Divina Misericordia; si concluderà il viaggio a Bologna visitando la Casa Provinciale delle nostre suore e i luoghi di San Domenico di Guzman.
I programmi dettagliati sono consultabili cliccando qui.




Archivio 2016
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
?   Gennaio  ?
?  Febbraio  ?
?    Marzo   ?
?   Aprile   ?
?   Maggio   ?
?   Giugno   ?
?   Luglio   ?
?   Agosto   ?
?  Settembre ?
?   Ottobre  ?
?  Novembre  ?
?  Dicembre  ?
Archivio 2024
Archivio 2023
Archivio 2022
Archivio 2021
Archivio 2020
Archivio 2019
Archivio 2018
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
2005-2021 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster qu. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica