HOME PARROCCHIA IL SANTO APPUNTAMENTI I PELLEGRINAGGI FOTO ALBUM LA VOCE VIDEO ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI I GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI DONAZIONI HELP
.
 Notizie - GENNAIO 2014

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal men a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-TERZA DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
25/01/2014


+ IIIa DOMENICA +

«CONVERTITEVI PERCHE’ IL REGNO DEI CIELI E’ VICINO»

Matteo 4,17
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 4,12-23)

Quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa: «Terra di Zàbulon e terra di Nèftali, sulla via del mare, oltre il Giordano, Galilea delle genti! Il popolo che abitava nelle tenebre vide una grande luce, per quelli che abitavano in regione e ombra di morte una luce è sorta». Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». Mentre camminava lungo il mare di Galilea, vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono. Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo.


Commento alle letture

Da sempre il cuore dell’uomo è alla ricerca di Dio. Il suo desiderio è mosso dall’urgenza di trovare difesa contro i nemici e sicurezza nelle avversità della vita. La Liturgia della Parola di questa domenica ci rivela molto di più. È Gesù che va alla ricerca dell’uomo. Se Giovanni Battista chiamava a sé le folle, il Figlio di Dio, andando verso la Galilea, va loro incontro. Per il Cristo, annunciare il Vangelo nella Galilea delle genti significava offrire all’umanità la salvezza di Dio, manifestata nella sua persona e nei discepoli chiamati da lui stesso.

L’instaurazione del Regno di Dio realizza la promessa fatta secoli prima dal profeta Isaiah, e cioè che il Signore avrebbe ridato fiducia a una terra umiliata e confusa. Gesù ha cercato gli uomini fino a dare la vita. Per questo, san Paolo ricorda alle prime comunità cristiane che i battezzati sono stati amati e chiamati dal Signore. Attraverso la comunione tra i pastori, Cristo conduce la sua Chiesa. Perde senso vivere nella discordia e nella gelosia, poiché tutti i cristiani nascono ai piedi della croce.

27 APRILE 2014: CANONIZZAZIONE DI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II

Due Papi, accomunati nel loro ministero dal servizio alla pace, dalla promozione della dignità dell’uomo e dall’impegno ecumenico verranno iscritti nell’Albo dei santi. Roncalli e Wojtyla saliranno insieme sugli altari il 27 aprile prossimo, nel giorno della Festa liturgica della Divina Misericordia (domenica in albis), solennità istituita da Papa Giovanni Paolo II il 30 aprile 2000. La data della canonizzazione di Karol Wojtyla e Angelo Giuseppe Roncalli è stata fissata nel corso del primo Concistoro ordinario tenuto da Papa Francesco il 30 settembre 2013. È attuale per la missione della Chiesa l’impegno profuso dal Pontefice bergamasco a favore della pace (enciclica "Pacem in terris"), del dialogo e dell’ecumenismo.

Nella Bolla d’Indizione "Humanae Salutis" (25 dicembre 1961) Giovanni XXIII aveva indicato la prospettiva del Concilio ecumenico proprio nella ricerca dell’unità e nella pace del mondo. Roncalli istituì il Segretariato per l’unione dei cristiani, elevato poi a Pontificio Consiglio. Anche l’allora Cardinale Karol Józef Wojtyla partecipò al Concilio Vaticano II con un contributo importante nell’elaborazione della costituzione Gaudium et spes. Eletto Papa il 16 ottobre 1978, Giovanni Paolo II ha dato il via (1985) alle Gmg (Giornata mondiale della Gioventù). Nei 104 viaggi apostolici nel mondo ha testimoniato il suo spirito missionario e nell’apertura al dialogo con gli ebrei e i rappresentanti delle altre religioni, l’orizzonte ecumenico del suo magistero.



ECCO I PELLEGRINAGGI PARROCCHIALI DEL 2014

- RIESE SAN PIO X
Nei luoghi del nostro santo patrono (scarica cliccando qui)

- GRECIA E ALBANIA
Seguendo i viaggi apostolici di San Paolo (scarica cliccando qui)





-SECONDA DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
18/01/2014


+ IIa DOMENICA +

«ECCO L’AGNELLO DI DIO, COLUI CHE TOGLIE IL PECCATO DEL MONDO!»

Giovanni 1,29
    

+ VANGELO SECONDO GIOVANNI (Gv 1,29-34)

In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: "Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me". Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: "Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo". E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».


Commento alle letture

Giovanni è il Precursore e, come tale, ad un certo punto distoglie l’attenzione da sé, perché gli occhi si volgano verso Colui al quale ha preparato la strada: il Messia-Gesù, l’Agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo. Finalmente, dopo tanta attesa, il popolo d’Israele potrà contare non su un liberatore di tipo politico o economico, ma su colui che è veramente luce delle nazioni e porta la salvezza fino all’estremità della terra.

Il nuovo Israele, la Chiesa, può lodare il Signore perché la rende santa, cioè in comunione perfetta con Dio: benché sotto il peso del peccato, in essa opera lo Spirito di riconciliazione e di rinnovamento, così che l’uomo non ne sia più schiavo, ma ne sia riscattato da Cristo, che, come agnello senza macchia, si è addossato il peccato di molti e lo ha inchiodato al legno della croce. Ogni cristiano deve farsi testimone di questo stupendo dono, in modo che la santità possa essere sperimentata da ogni uomo e così venga dissetato per sempre il desiderio di liberazione dall’angoscia della morte.

18 - 25 GENNAIO: 47ma SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI

TEMA: CRISTO NON PUO’ ESSERE DIVISO (1Cor 1,1-17)

Quest’anno il commento al tema della Settimana per l’unità dei cristiani è opera dei cristiani del Canadà. «Noi Canadesi viviamo in un paese contrassegnato da diversità di linguaggio, di cultura, e persino di clima, e incarniamo la diversità anche nelle espressioni di fede cristiana. Il fatto di vivere in questa varietà, ma anche di essere fedeli al desiderio di Cristo per l’unità dei suoi discepoli, ci ha portati a riflettere sulla categorica affermazione di Paolo nella Prima lettera ai Corinzi: «Cristo non può essere diviso!». Con fede anche noi asseriamo, eppure le nostre comunità continuano a dare corpo a scandalose divisioni. La Prima lettera ai Corinzi richiama l’attenzione sul modo in cui possiamo valorizzare e ricevere i doni degli altri anche ora, nel nostro stato di divisione, e ciò stesso costituisce un incoraggiamento nel lavoro per l’unità».



ECCO I PELLEGRINAGGI PARROCCHIALI DEL 2014

- RIESE SAN PIO X
Nei luoghi del nostro santo patrono (scarica cliccando qui)

- GRECIA E ALBANIA
Seguendo i viaggi apostolici di San Paolo (scarica cliccando qui)





-BATTESIMO DEL SIGNORE GESU'

Sassari
12/01/2014


+ BATTESIMO DEL SIGNORE +

«QUESTI È IL FIGLIO MIO, L’AMATO: IN LUI HO POSTO IL MIO COMPIACIMENTO»

Matteo 3,17
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 3,13-17)

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».


Commento alle letture

Come abili registi, gli evangelisti aprono la vita pubblica di Gesù con una scena suggestiva e carica di significato: il suo Battesimo al fiume Giordano! Dopo trent’anni di vita nascosta, Gesù prende un’iniziativa inattesa: giunge al fiume, insieme alle folle desiderose di perdono, e riceve anch’egli il Battesimo amministrato da Giovanni. Tuttavia, per Gesù, che è senza peccato, il gesto del Precursore diventa la condizione che gli permette di approssimarsi ai peccatori, di condividere la loro sorte, di orientarli nuovamente verso Dio.

Gesù si immerge nelle acque del Giordano per «adempiere ogni giustizia». E il cielo dà prova che l’azione di Gesù non è inopportuna, anzi si ode una voce che afferma: «Tu sei mio Figlio». In quel momento egli si trova con solennità collocato nella sua missione di servo, con la prospettiva del suo sacrificio a favore dell’umanità, perché sia redenta dal peccato e dalla morte. Oggi la liturgia celebra il primo passo pubblico di Gesù per poi mostrarne parole e azioni nelle domeniche successive, fino alla celebrazione della Pasqua.

ECCO I PELLEGRINAGGI PARROCCHIALI DEL 2014

- RIESE SAN PIO X
Nei luoghi del nostro santo patrono (scarica cliccando qui)

- GRECIA E ALBANIA
Seguendo i viaggi apostolici di San Paolo (scarica cliccando qui)





-SECONDA DOMENICA DI NATALE

Sassari
04/01/2014



Musica: "Notte de chelu" - versione del Duo Puggioni

+ IIa DOMENICA DI NATALE +

«E IL VERBO SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZO A NOI»

Giovanni 1,14
    

+ VANGELO SECONDO GIOVANNI (Gv 1,1-18)

In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta. Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce. Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Era nel mondo e il mondo è stato fatto per mezzo di lui; eppure il mondo non lo ha riconosciuto. Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto. A quanti però lo hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, i quali, non da sangue né da volere di carne né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati. E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità. Giovanni gli dà testimonianza e proclama: «Era di lui che io dissi: Colui che viene dopo di me è avanti a me, perché era prima di me». Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto: grazia su grazia. Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè, la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo. Dio, nessuno lo ha mai visto: il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è lui che lo ha rivelato.


Commento alle letture

La liturgia odierna ci invita ad approfondire il significato della festa del Natale. L’incarnazione del Verbo è la rivelazione perfetta e insuperabile del mistero di Dio. Il disegno di Dio sull’umanità è svelato: si tratta ora di accogliere il Verbo fatto carne. Egli ci dà il potere di diventare figli e figlie di Dio. E il Padre nel Verbo incarnato vede e ama ogni persona umana. La pagina del Siracide è un inno in cui si celebra "l’incarnazione" della sapienza divina, che si è manifestata nella creazione e ancor più nell’opera della salvezza.

Essa ha, quindi, preso dimora in Gerusalemme, abita cioè la parola di Dio e la risposta dell’uomo. L’apostolo Paolo apre la lettera agli Efesini con un testo in cui si esalta il dono della salvezza che Dio ha attuato per noi in Cristo. Il prologo del Vangelo di Giovanni, già proclamato a Natale, è come il volo d’aquila che si alza fino a Dio. È lo sguardo della fede che penetra nel seno della Trinità e ci dice che il Verbo, eterno con il Padre e lo Spirito Santo, si è fatto uomo e ha posto la sua tenda in mezzo a noi.

TEMPO DI NATALE IN PARROCCHIA

SABATO 4 GENNAIO: CONCERTO
DALLE ORE 19:30 IN CHIESA CONCERTO DELLA "CORALE CANEPA"

LUNEDI’ 6 GENNAIO: EPIFANIA DEL SIGNORE
SANTE MESSE 08:30 - 10:00 - 18:00

DOMENICA 14 GENNAIO: FESTA DEL BATTESIMO DI GESU’
CON QUESTA DOMENICA TERMA IL TEMPO DI NATALE. SANTE MESSE COME ORARIO FESTIVO



LA BIBBIA: PAROLA DI DIO

Più che indicare un solo libro, il termine Bibbia designa un insieme di libri, come significa la parola greca biblìa ("i libri", dal singolare biblìon, "libro"). La Bibbia, perciò, è una piccola biblioteca che offre al suo lettore 73 libri, nei quali è narrata la storia della nostra salvezza. La sua importanza è dovuta al fatto che essa racchiude la Parola di Dio, alla quale il credente ispira la fede e la vita. Due sono le grandi parti che compongono la Bibbia. La prima è chiamata Antico Testamento (o Prima alleanza), la seconda è chiamata Nuovo Testamento (o Seconda alleanza). Il termine "testamento" ha il significato di "patto" o "alleanza" e si riferisce alla particolare relazione che, nella Bibbia, intercorre tra Dio e l’uomo, tra Dio e il popolo di Israele e che verrà portata a compimento nella persona di Gesù. La Bibbia è giunta a noi lungo un arco di tempo di molti secoli. Prima di essere stata fissata nello scritto, essa veniva tramandata a viva voce. I suoi testi più antichi (come i racconti dei patriarchi, l’epopea dell’esodo dall’Egitto) hanno trovato il loro contesto originario nell’ambiente familiare e tribale, nell’ambiente di corte e del culto. Sebbene scritta da uomini e in un linguaggio umano (che va interpretato), la Bibbia è un libro ispirato da Dio, che ne è il vero autore. Per questo nelle sue pagine è racchiusa la verità che guida l’uomo alla salvezza, senza errore. I libri biblici dell’Antico Testamento sono stati scritti nella lingua ebraica e in piccolissima parte in aramaico. Verso il III/II secolo a.C., quando gli ebrei si sono inseriti nel mondo greco, è stata fatta ad Alessandria di Egitto la traduzione della Bibbia ebraica nella lingua greca, conosciuta come la "Settanta" (dal numero convenzionale dei traduttori). Quando il cristianesimo si sviluppò nel mondo latino, venne fatta anche la traduzione della Bibbia in lingua latina, conosciuta come "Volgata" (cioè "diffusa tra il popolo").


ECCO I PELLEGRINAGGI PARROCCHIALI DEL 2014

- RIESE SAN PIO X
Nei luoghi del nostro santo patrono (scarica cliccando qui)

- GRECIA E ALBANIA
Seguendo i viaggi apostolici di San Paolo (scarica cliccando qui)





-BUONE FESTE!

Sassari
02/01/2014



Musica: "Notte de chelu" - versione del Duo Puggioni

+ NATALE DEL SIGNORE GESU’ CRISTO +

«NON TEMETE: ECCO, VI ANNUNCIO UNA GRANDE GIOIA, CHE SARÀ DI TUTTO IL POPOLO: OGGI, NELLA CITTÀ DI DAVIDE, È NATO PER VOI UN SALVATORE, CHE È CRISTO SIGNORE»

Luca 2,10-11
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 2,1-14)

In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città. Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta. Mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perché per loro non c’era posto nell’alloggio. C’erano in quella regione alcuni pastori che, pernottando all’aperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande timore, ma l’angelo disse loro: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia». E subito apparve con l’angelo una moltitudine dell’esercito celeste, che lodava Dio e diceva: «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama».



Buon Natale e Felice Anno Nuovo!



TEMPO DI NATALE IN PARROCCHIA

VENERDI’ 3 GENNAIO: GITA PARROCCHIALE
LUOGO DELLA GITA LACONI E MOGORO

SABATO 4 GENNAIO: CONCERTO
DALLE ORE 19:30 IN CHIESA CONCERTO DELLA "CORALE CANEPA"

LUNEDI’ 6 GENNAIO: EPIFANIA DEL SIGNORE
SANTE MESSE 08:30 - 10:00 - 18:00

DOMENICA 14 GENNAIO: FESTA DEL BATTESIMO DI GESU’
CON QUESTA DOMENICA TERMA IL TEMPO DI NATALE. SANTE MESSE COME ORARIO FESTIVO



ESORTAZIONE APOSTOLICA DI PAPA FRANCESCO: EVANGELII GAUDIUM

Papa Francesco ha pubblicato lo scorso 24 novembre la sua esortazione apostolica dal titolo EVANGELII GAUDIUM (trad. La Gioia del Vangelo).

>> SCARICA L’ESORTAZIONE APOSTOLICA IN FORMATO PDF (1.1 MB) CLICCANDO QUI



AVVISI PARTICOLARI

- RACCOLTA DI VIVERI PER LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’ DELLA PARROCCHIA

- ADOZIONI BAMBINI NELLE MISSIONI (ALBANIA ED INDIA)



ECCO I PELLEGRINAGGI PARROCCHIALI DEL 2014

- RIESE SAN PIO X
Nei luoghi del nostro santo patrono (scarica cliccando qui)

- GRECIA E ALBANIA
Seguendo i viaggi apostolici di San Paolo (scarica cliccando qui)





Archivio 2014
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
   Gennaio  
  Febbraio  
    Marzo   
   Aprile   
   Maggio   
   Giugno   
   Luglio   
   Agosto   
  Settembre 
   Ottobre  
  Novembre  
  Dicembre  
Archivio 2019
Archivio 2018
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
2005-2018 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster qu. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica