HOME PARROCCHIA IL SANTO APPUNTAMENTI I PELLEGRINAGGI FOTO ALBUM LA VOCE VIDEO ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI I GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI DONAZIONI HELP
.
 Notizie - AGOSTO 2013

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal men a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-XXIIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
31/08/2013


+ XXIIa DOMENICA T. ORDINARIO +

«CHIUNQUE SI ESALTA SARÀ UMILIATO, E CHI SI UMILIA SARÀ ESALTATO»

Luca 14,11
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 14,1.7-14)

Avvenne che un sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo. Diceva agli invitati una parabola, notando come sceglievano i primi posti: «Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più degno di te, e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: "Cèdigli il posto!". Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Invece, quando sei invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, perché quando viene colui che ti ha invitato ti dica: "Amico, vieni più avanti!". Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali. Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato». Disse poi a colui che l’aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici né i tuoi fratelli né i tuoi parenti né i ricchi vicini, perché a loro volta non ti invitino anch’essi e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».


Commento alle letture

Durante un banchetto a casa di un capo dei farisei, Gesù offre due insegnamenti: per entrare nel Regno dei Cieli sono necessarie l'umiltà e la gratuità. Quando sei invitato a nozze on cercare con presunzione i primi posti. La Prima Lettura spiega: la modestia è gradita al Signore, mentre l'orgoglio allontana l'uomo da Dio e lo rende nemico dei fratelli. L'umile troverà grazia davanti al Signore e sarà introdotto nella verità: "ai miti Dio rivela i suoi segreti". In secondo luogo Gesù chiede: quando offri un banchetto invita gratuitamente i poveri che non hanno da ricambiarti.

Quale sarà la ricompensa di questo comportamento umile e caritatevole? Anzitutto la carità ottiene la benevolenza divina: "come l'acqua spegne un fuoco accesso, così l'elemosina espia i peccati". Poi Gesù assicura: "riceverai la tua ricompensa alla risurrezione di giusti". La Seconda Lettura insegna che in Cristo, mediatore dell'alleanza nuova, noi siamo incamminati verso il Regno dei Giusti resi perfetti. Ma intanto su questa terra l'umile e il generoso che cosa ottengono? L'umile è gradito a tutti e il generoso è colui che si comporta davvero da fratello trai fratelli.

AVVISO: DA DOMENICA 1 SETTEMBRE IN VIGORE GLI ORARI INVERNALI

DA DOMENICA 1 SETTEMBRE SONO IN VIGORE GLI ORARI INVERNALI DELLE SANTE MESSE (FERIALI 08:30 - 18:00; FESTIVI 08:30 - 10:00 - 18:00)


DOMENICA 6 OTTOBRE S. MESSA DI INIZIO ANNO PASTORALE

Alle ore 10:00 di domenica 6 ottobre si celebrerà la Santa Messa di inizio Anno Pastorale 2013/14. Ciascun fedele può già cominciare a pensare quale potrebbe essere il servizio da prestare in Parrocchia, a partire dalle seguenti necessità:

- CATECHISTI
- CARITAS
- ORATORIO
- CANTORI
- MUSICISTI
- GRUPPI




-XXIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
25/08/2013


+ XXIa DOMENICA T. ORDINARIO +

«SFORZATEVI DI ENTRARE PER LA PORTA STRETTA, PERCHÉ MOLTI, IO VI DICO, CERCHERANNO DI ENTRARE, MA NON CI RIUSCIRANNO»

Luca 13,24
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 13,22-30)

In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: "Signore, aprici!". Ma egli vi risponderà: "Non so di dove siete". Allora comincerete a dire: "Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze". Ma egli vi dichiarerà: "Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!". Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».


Commento alle letture

La conclusione del Vangelo odierno è piuttosto amara: «Vi sono primi che saranno ultimi». Che cosa devono fare allora i primi, davanti ai quali viene chiusa la porta della salvezza e si sentono rispondere: «Voi, non so di dove siete »? Anzitutto gli uni e gli altri devono ascoltare l’insegnamento di Cristo. Quindi seguire l’itinerario suggerito dal Vangelo: per entrare nel regno di Dio bisogna varcare la porta stretta. Finora molti hanno cercato di entrarvi ma non ci sono riusciti, poiché il loro impegno di onestà, di fede e di amore è stato insufficiente o non perseverante.

Conviene mettersi alla scuola del Signore che si rivolge ai credenti come a figli: «Figlio mio, non trascurare la correzione del Signore», talora dura ma sempre benefica. Dio è Padre, e un padre corregge i propri figli. Inoltre il Signore va annunciato ai non-credenti, anch’essi chiamati al culto dell’unico Dio, percorrendo la via della porta stretta: la Croce. Nella mensa del regno entreranno i discepoli, coloro che, illuminati e formati dalle parole del Signore, hanno perseverato nella preghiera, nella carità e nella giustizia sociale.

AVVISO: RACCOLTA VIVERI PER LE FAMIGLIE BISOGNOSE

Prosegue tutto l'anno la raccolta dei viveri per le famiglie bisognose della parrocchia che ricevono l'assistenza tramite l'Organismo Caritas parrocchiale.




-SOLENNITA' DI SAN PIO X

Sassari
18/08/2013



(foto del mosaico presente nel presbiterio raffigurante S. Pio X)

PROGRAMMA FESTA PATRONALE
SAN PIO X

+ VANGELO SECONDO GIOVANNI (21,15-17)+


Quand'ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: "Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene". Gli disse: "Pasci i miei agnelli". Gli disse di nuovo, per la seconda volta: "Simone, figlio di Giovanni, mi ami?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene". Gli disse: "Pascola le mie pecore". Gli disse per la terza volta: "Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?". Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: "Mi vuoi bene?", e gli disse: "Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene". Gli rispose Gesù: "Pasci le mie pecore".

DOMENICA 18 AGOSTO

  • ore 17:00 Confessioni
    ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Bastianino Pirino

LUNEDI' 19 AGOSTO

  • ore 17:00 Confessioni
    ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Andrea Stara

MARTEDI' 20 AGOSTO

  • ore 09:00 Santa Comunione agli ammalati e anziani nelle case
    ore 17:00 Confessioni
    ore 18:00 Adorazione Eucaristica con Vespri Solenni
    ore 19:00 Santa Messa della vigilia presieduta da don Mauro Pulina

MERCOLEDI' 21 AGOSTO + FESTA DI SAN PIO X +

  • ore 07:30 Santa Messa in collegamento radiofonico con Radio Maria
    ore 18:00 Santa Messa solenne presieduta da Mons. Mario Simula, vicario generale, con canti del coro guidato dal Maestro Massimo Rausa
    ore 19:00 (circa) Processione nel quartiere col seguente itinerario:
    Chiesa - via Camboni - via Medaglie d'Oro - via Bruno - via Pala di Carru - via Era - Chiesa

GIOVEDI' 22 AGOSTO

  • ore 19:00 Santa Messa in suffragio per i parrocchiani defunti

PER TUTTO IL TRIDUO ALL'INGRESSO DELLA CHIESA E' ALLESTITA UNA PESCA DI BENEFICENZA PER LE OPERE PARROCCHIALI.

Cronologia della vita di San Pio X

- 2 giugno 1835: Giuseppe Sarto nasce a Riese (Treviso)
- 1846-1850: è studente a Castelfranco
- novembre 1850: entra in Seminario
- settembre 1858: riceve l'ordinazione sacerdotale
- novembre 1858: è mandato a Tombolo come Curato
- luglio 1867: è nominato parroco di Salzano
- novembre 1875: diventa Cancelliere vescovile e direttore spirituale in Seminario a Treviso
- novembre 1884: viene consacrato Vescovo a Roma
- aprile 1885: fa il suo ingresso a Mantova sua sede episcopale
- giugno 1893: viene fatto Cardinale e nominato Patriarca di Venezia
- novembre 1894: prende possesso della diocesi patriarcale di Venezia
- agosto 1903: è eletto Papa e sceglie come nome Pio X
- aprile 1905: emana l'enciclica Acerbo Nimis (significativa per la catechesi)
- 18 ottobre 1912: autorizza la pubblicazione del suo nuovo Catechismo
- 20 agosto 1914: muore a Roma
- 3 giugno 1951: viene beatificato dal Papa Pio XII
- 29 maggio 1954: è proclamato Santo dallo stesso pontefice


AVVISO: RACCOLTA VIVERI PER LE FAMIGLIE BISOGNOSE

Prosegue tutto l'anno la raccolta dei viveri per le famiglie bisognose della parrocchia che ricevono l'assistenza tramite l'Organismo Caritas parrocchiale.




-SOLENNITA' DELL'ASSUNZIONE DELLA B.V. MARIA IN CIELO

Sassari
14/08/2013


SOLENNITA' ASSUNZIONE DELLA B.V. MARIA IN CIELO

«L'ANIMA MIA MAGNIFICA IL SIGNORE E IL MIO SPIRITO ESULTA IN DIO, MIO SALVATORE»

Luca 1,46
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 1,39-56)

In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto». Allora Maria disse: «L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente e Santo è il suo nome; di generazione in generazione la sua misericordia per quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia, come aveva detto ai nostri padri, per Abramo e la sua discendenza, per sempre». Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.


Commento alle letture

In Maria contempliamo la donna dell'Apocalisse, che genera un figlio, subito rapito presso il trono di Dio, dove va a prepararci un posto, come promette Gesù nel Vangelo di Giovanni. La sua promessa è per noi tutti. Ricorda Paolo ai corinzi, Cristo è la primizia di coloro che sono morti e in Lui tutti riceveranno vita. Maria è la prima a godere della vittoria pasquale del suo Figlio sulla morte, ed è già partecipe della sua vita nuova, anticipando così il destino che ci attende.

D'ora in poi tutte le generazioni non solo la diranno beata, ma potranno partecipare della sua stessa beatitudine: quella di chi gode della vita stessa di Dio, accolta nel suo mistero di luce e di pace. Maria è già in questa beatitudine perché ha creduto nell'adempimento di ciò che il Signore le ha detto. La beatitudine di Maria è la beatitudine della fede; è la beatitudine di chi crede nella Parola di Dio fino a lasciarla accadere nella propria vita. Maria ha generato la Parola di Dio, Gesù, nella nostra storia, ora il Figlio genera lei nella vita che più non muore.

SCIOGLIMENTO DEL VOTO ALLA MADONNA. DOMANI PROCESSIONE DEL SIMULACRO DELLA VERGINE PER LA CITTA'

Sassari ogni 14 agosto scioglie il voto antico alla Madonna che liberò la città dai dolori della peste. Tutti i mestieri della città divisi in alcune corporazioni chiamate "Gremi" attraversano tutta la città con cero votivo che verrà posto ai piedi della Madonna assunta nella Chiesa di Santa Maria in Betlem dopo la tradizionale "Faradda". Nella Chiesa con tutti i ceri attorno al simulacro della B.V. Maria "dormiente" come da tradizione bizantina, l'Arcivescovo e i gremianti in rappresentanza di tutta la città, scioglieranno il voto in segno di ringraziamento per il miracolo ottenuto.

DOMANI DALLA CHIESA CATTEDRALE PARTIRA' LA PROCESSIONE DELL'ASSUNTA (ORE 19:00 CIRCA), IN PARROCCHIA NON CI SARA' LA S. MESSA DELLE 19:00 PER POTER PARTECIPARE TUTTI ALLA CELEBRAZIONE IN DUOMO E ALLA PROCESSIONE


FESTA PATRONALE DI SAN PIO X - PROGRAMMA

DOMENICA 18 AGOSTO
ore 17:00 Confessioni
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Andrea Stara

LUNEDI' 19 AGOSTO
ore 17:00 Confessioni
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Bastianino Pirino

MARTEDI' 20 AGOSTO
ore 09:00 Santa Comunione agli ammalati e anziani nelle case
ore 17:00 Confessioni
ore 18:00 Adorazione Eucaristica con Vespri Solenni ore 19:00 Santa Messa della vigilia presieduta da don Mauro Pulina

MERCOLEDI' 21 AGOSTO - FESTA DI SAN PIO X
ore 07:30 Santa Messa in collegamento radiofonico con Radio Maria
ore 18:00 Santa Messa solenne presieduta da Mon.s Mario Simula, vicario generale, con canti del coro guidato dal Maestro Massimo Rausa
ore 19:00 (circa) Processione nel quartiere col seguente itinerario:
Chiesa - via Camboni - via Medaglie d'Oro - via Bruno - via Pala di Carru - via Era - Chiesa

GIOVEDI' 22 AGOSTO
ore 19:00 Santa Messa in suffragio per i parrocchiani defunti



AVVISO: RACCOLTA VIVERI PER LE FAMIGLIE BISOGNOSE

Prosegue tutto l'anno la raccolta dei viveri per le famiglie bisognose della parrocchia che ricevono l'assistenza tramite l'Organismo Caritas parrocchiale.




-DICIANNOVESIMA DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
10/08/2013


XIXa DOMENICA

«ANCHE VOI TENETEVI PRONTI PERCHE', NELL'ORA CHE NON IMMAGINATE, VIENE IL FIGLIO DELL'UOMO»

Luca 12,40
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 12,32-40)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno. Vendete ciò che possedete e datelo in elemosina; fatevi borse che non invecchiano, un tesoro sicuro nei cieli, dove ladro non arriva e tarlo non consuma. Perché, dov’è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore. Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese; siate simili a quelli che aspettano il loro padrone quando torna dalle nozze, in modo che, quando arriva e bussa, gli aprano subito. Beati quei servi che il padrone al suo ritorno troverà ancora svegli; in verità io vi dico, si stringerà le vesti ai fianchi, li farà mettere a tavola e passerà a servirli. E se, giungendo nel mezzo della notte o prima dell’alba, li troverà così, beati loro! Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora viene il ladro, non si lascerebbe scassinare la casa. Anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo». Allora Pietro disse: «Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?». Il Signore rispose: «Chi è dunque l’amministratore fidato e prudente, che il padrone metterà a capo della sua servitù per dare la razione di cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così. Davvero io vi dico che lo metterà a capo di tutti i suoi averi. Ma se quel servo dicesse in cuor suo: "Il mio padrone tarda a venire", e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l’aspetta e a un’ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli infedeli. Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche. A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più».


Commento alle letture

"Non temete piccolo gregge", con questa parola oggi il Signore ci consola! Il fondamento di questa fiducia è il Regno, che al Padre piace donare ai suoi poveri. La speranza diventa attesa che il dono si compia nella nostra vita. Siamo così sollecitati a condividere la stessa fede di Abramo, che "aspettava la città dalle salde fondamenta". Anche il Libro della Sapienza, ricordando l'Esodo, ci fa fissare lo sguardo sul popolo che, nella nostre, attende la salvezza dei giusti.

La vigilanza è atteggiamento della fede del cristiano, che attende il ritorno del suo Signore e in questa attesa trova la sua beatitudine. Come vivere questa vigilanza? Occorre "attendere" con fedeltà all'impegno affidato, come fa il servo che sa dare ai suoi compagni la razione di cibo a tempo dovuto. Non conosciamo l'ora in cui il signore tornerà. Dobbiamo però conoscere l'ora (il tempo debito) della responsabilità da vivere verso gli altri. Anche perché, se serviamo in questo modo, saremo simili al padrone che viene come un servo.

FESTA PATRONALE DI SAN PIO X - PROGRAMMA

DOMENICA 18 AGOSTO
ore 17:00 Confessioni
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Andrea Stara

LUNEDI' 19 AGOSTO
ore 17:00 Confessioni
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Bastianino Pirino

MARTEDI' 20 AGOSTO
ore 09:00 Santa Comunione agli ammalati e anziani nelle case
ore 17:00 Confessioni
ore 18:00 Adorazione Eucaristica con Vespri Solenni ore 19:00 Santa Messa della vigilia presieduta da don Mauro Pulina

MERCOLEDI' 21 AGOSTO - FESTA DI SAN PIO X
ore 07:30 Santa Messa in collegamento radiofonico con Radio Maria
ore 18:00 Santa Messa solenne presieduta da Mon.s Mario Simula, vicario generale, con canti del coro guidato dal Maestro Massimo Rausa
ore 19:00 (circa) Processione nel quartiere col seguente itinerario:
Chiesa - via Camboni - via Medaglie d'Oro - via Bruno - via Pala di Carru - via Era - Chiesa

GIOVEDI' 22 AGOSTO
ore 19:00 Santa Messa in suffragio per i parrocchiani defunti



AVVISO: RACCOLTA VIVERI PER LE FAMIGLIE BISOGNOSE

Prosegue tutto l'anno la raccolta dei viveri per le famiglie bisognose della parrocchia che ricevono l'assistenza tramite l'Organismo Caritas parrocchiale.




-DICIOTTESIMA DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
04/08/2013


XVIIIa DOMENICA

«STOLTO, QUESTA NOTTE STESSA TI SARA' RICHIESTA LA TUA VITA »

Luca 12,20
    

+ VANGELO SECONDO LUCA (Lc 12,13-21)

In quel tempo, uno della folla disse a Gesù: «Maestro, di’ a mio fratello che divida con me l’eredità». Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?». E disse loro: «Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede». Poi disse loro una parabola: «La campagna di un uomo ricco aveva dato un raccolto abbondante. Egli ragionava tra sé: "Che farò, poiché non ho dove mettere i miei raccolti? Farò così disse : demolirò i miei magazzini e ne costruirò altri più grandi e vi raccoglierò tutto il grano e i miei beni. Poi dirò a me stesso: Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni; ripòsati, mangia, bevi e divèrtiti!". Ma Dio gli disse: "Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?". Così è di chi accumula tesori per sé e non si arricchisce presso Dio».


Commento alle letture

In tempi di crisi economica mondiale, come gli attuali, le parole che ascoltiamo oggi contribuiscono a farci ridimensionare i nostri problemi e ci propongono valori più alti, dai quali dipende davvero il senso della vita, valori da non trascurare. La Prima Lettura e il Vangelo sembrano ispirare un grande pessimismo: "tutto è vanità". «La vita non dipende dai beni». Però giunge per tutti il momento in cui sentiamo il bisogno di aggrapparci a Qualcuno più grande della nostra fragilità, capace di sollevarci dalla nostra povertà, capace di arricchirci di doni che non passano.

Tentati da cupidigia ed egoismo, abbiamo da accogliere l'invito a cercare ciò che vale davanti a Dio. Il brano evangelico che commenta l'affermazione «la vita non dipende dai beni», riferisce la parabola dell'uomo ricco che, giunto alla fine dei suoi giorni, deve rendere conto della sua vita che non viene misurata su quello che ha posseduto, ma su quello che egli è stato. È da stolti accumulare tesori per noi stessi e non arricchirci presso Dio. Paolo ai Colossesi a noi ripete: «Se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù».

FESTA PATRONALE DI SAN PIO X - PROGRAMMA

DOMENICA 18 AGOSTO
ore 17:00 Confessioni
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Andrea Stara

LUNEDI' 19 AGOSTO
ore 17:00 Confessioni
ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Bastianino Pirino

MARTEDI' 20 AGOSTO
ore 09:00 Santa Comunione agli ammalati e anziani nelle case
ore 17:00 Confessioni
ore 18:00 Adorazione Eucaristica con Vespri Solenni ore 19:00 Santa Messa della vigilia presieduta da don Mauro Pulina

MERCOLEDI' 21 AGOSTO - FESTA DI SAN PIO X
ore 07:30 Santa Messa in collegamento radiofonico con Radio Maria
ore 18:00 Santa Messa solenne presieduta da Mon.s Mario Simula, vicario generale, con canti del coro guidato dal Maestro Massimo Rausa
ore 19:00 (circa) Processione nel quartiere col seguente itinerario:
Chiesa - via Camboni - via Medaglie d'Oro - via Bruno - via Pala di Carru - via Era - Chiesa

GIOVEDI' 22 AGOSTO
ore 19:00 Santa Messa in suffragio per i parrocchiani defunti





Archivio 2013
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
   Gennaio  
  Febbraio  
    Marzo   
   Aprile   
   Maggio   
   Giugno   
   Luglio   
   Agosto   
  Settembre 
   Ottobre  
  Novembre  
  Dicembre  
Archivio 2019
Archivio 2018
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
2005-2018 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster qu. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica