HOME PARROCCHIA IL SANTO APPUNTAMENTI I PELLEGRINAGGI FOTO ALBUM LA VOCE VIDEO ANNO S. PIO X
NOTIZIE INTENZIONI I GRUPPI PREGHIERE IL CAMPANILE CHENNAI CONTATTI DONAZIONI HELP
.
 Notizie - AGOSTO 2011

In questa sezione sono elencat tutte le news mensili relative alla parrocchia e al sito.
Dal menω a destra selezioni il mese che vuoi vedere.



-  XXII DOMENICA T.O.

Sassari
27/08/2011


+ XXII DOM. TEMPO ORDINARIO +

«SE QUALCUNO VUOLE VENIRE DIETRO A ME, RINNEGHI SE STESSO, PRENDA LA SUA CROCE E MI SEGUA»

Matteo 16,24
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 16,21-27)

In quel tempo, Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo dicendo: «Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai». Ma egli, voltandosi, disse a Pietro: «Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!». Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà. Infatti quale vantaggio avrà un uomo se guadagnerà il mondo intero, ma perderà la propria vita? O che cosa un uomo potrà dare in cambio della propria vita? Perché il Figlio dell’uomo sta per venire nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo le sue azioni».


Commento alle letture

La via della croce è la via seguita da Gesù e proposta a coloro che vogliono essere suoi discepoli. Il brano dell'Antico Testamento (I Lettura) ci mostra la confessione del profeta, sedotto dal suo Signore e divenuto per questo oggetto di dileggio e di persecuzione. Nelle parole di Geremia sentiamo il grido di colui che avverte in modo forte il peso della chiamata di Dio. È la profezia della sorte del discepolo che segue il Messia. Il Vangelo presenta il primo annuncio della passione nella quale Gesù si rivelerà come il Messia sofferente.

Questo provoca la reazione dei discepoli che, per bocca di Pietro, si ribellano a questa realtà. Cristo, infatti, propone un modo nuovo di concepire l'esistenza: non il successo o il consenso, ma perdere la vita per ritrovarla in Dio. È un'affermazione esplosiva: nessun compromesso con le logiche mondane, nessun legame con le situazioni di comodo, ma una donazione totale di sé, che renda la nostra vita «sacrificio vivente, santo, gradito a Dio» (II Lettura). Sul solco dell'Innocente che dona la vita per l'umanità, anche noi oggi siamo chiamati ad avere sete solo di Dio per compiere la sua volontà.

GITA INIZIO ANNO SOCIO-PASTORALE: 18 SETTEMBRE

DOMENICA 18 SETTEMBRE la parrocchia è impegnata in un pellegrinaggio al Santuario di N.S. di Bonacattu (Bonarcado - OR) con partecipazione ai festeggiamenti religiosi in onore delle B.V. Maria. Al mattino è prevista anche la visita alle antiche rovine di Tharros e il pranzo a Torregrande. Per iscrizioni ed info rivolgersi in parrocchia.



PELLEGRINAGGI DIOCESANI

CONGRESSO EUCARISTICO NAZIONALE 8-14 SETTEMBRE 2011
Orvieto, Assisi, Cascia, Norcia, Loreto, Osimo e Roma.
Quota € 630 a persona (+ € 90 supplemento singola). Massimo 100 posti.

PELLEGRINAGGIO IN TERRASANTA 27/12/2011 - 3/1/2012
Tel Aviv, Nazareth, Cana, Monte Tabor, Cafarnao, Tiberiade, Giordano, Qumram, Mar Morto, Monte degli Ulivi, Betlemme, Gerusalemme, Monte Sion, Cenacolo, S. Anna, Via Dolorosa, Santo Sepolcro, Emmaus.
Quota € 1.180 (+ € 260 supplemento singola)



PER INFORMAZIONI DETTAGLIETE SUI PROGRAMMI RIVOLGERSI IN PARROCCHIA




- FESTA PATRONALE S. PIO X

Sassari
18/08/2011



(foto del mosaico presente nel presbiterio raffigurante S. Pio X)

PROGRAMMA FESTA PATRONALE
SAN PIO X

+ VANGELO SECONDO GIOVANNI (21,15-17)+


Quand'ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: "Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene". Gli disse: "Pasci i miei agnelli". Gli disse di nuovo, per la seconda volta: "Simone, figlio di Giovanni, mi ami?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene". Gli disse: "Pascola le mie pecore". Gli disse per la terza volta: "Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?". Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: "Mi vuoi bene?", e gli disse: "Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene". Gli rispose Gesù: "Pasci le mie pecore".

GIOVEDI' 18 AGOSTO

  • ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Francesco Marruncheddu
  • ore 21:30-22:30 ora di Adorazione Eucaristica in chiesa

VENERDI' 19 AGOSTO

  • Confessioni: 09:00 - 12:00 e 16:30 - 18:30
  • ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Emanuele Piredda

SABATO 20 AGOSTO

  • Al mattino: Santa Comunione agli ammalati e anziani nelle case
  • ore 18:30 Vespri Solenni
  • ore 19:00 Santa Messa della vigilia presieduta da don Alessandro Cadau, accompagnata dal Coro Parrocchiale

DOMENICA 21 AGOSTO

  • ore 07:30 Santa Messa in collegamento radiofonico con Radio Maria
  • ore 10:00 Santa Messa
  • ore 18:00 Santa Messa solenne presieduta dall'Arcivescovo di Sassari, mons. Paolo Atzei, animata dal Coro di Usini
  • ore 19:00 (circa) Solenne processione del santo nel quartiere col seguente itinerario:
    Chiesa – via Era – via Camboni – via Maninchedda – via S. Mura – via Pala di Carru – via Pasella – via Manunta – via Bruno – via Crovetti – via Camboni – via Era – Chiesa

LUNEDI' 22 AGOSTO

  • ore 19:00 Santa Messa in suffragio di tutti i parrocchiani defunti

MADRID 16-21 AGOSTO: XXVIa GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ

«Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede» (Col 2,7) è il tema della XXVI Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Madrid dal 16 al 21 agosto prossimo. Nel suo messaggio in occasione dell'evento, il Santo Padre Benedetto XVI invita «tutti i giovani, sia coloro che condividono la nostra fede in Gesù Cristo, sia quanti esitano, sono dubbiosi o non credono in Lui» a vivere la Gmg come «l'esperienza del Signore Gesù risorto e vivo e del suo amore per ciascuno di noi». Radicare, fondare e rendere saldi i credenti è un'iniziativa che parte da Cristo stesso ed avviene mediante la Chiesa. «Anche voi, se crederete, – scrive il Santo Padre – se saprete vivere e testimoniare la vostra fede ogni giorno, diventerete strumento per far ritrovare ad altri giovani come voi il senso e la gioia della vita, che nasce dall'incontro con Cristo!».

Nella capitale spagnola i giovani di tutto il mondo incontreranno nuovamente il Santo Padre, dopo aver vissuto nel 2008 a Sydney "una grande festa della fede" e "un'intensa comunione tra i partecipanti". Con queste espressioni il Papa Benedetto XVI fa sintesi, in modo mirabile, della Gmg in Australia. Il Pontefice è stato già accolto con affetto ed entusiasmo nel viaggio apostolico del 6 e 7 novembre 2010 a Santiago de Compostela e Barcellona. A Madrid i giovani esulteranno numerosi con il Papa Benedetto XVI.





-  XX DOMENICA T.O.

Sassari
13/08/2011


+ XX DOM. TEMPO ORDINARIO +

«DONNA, GRANDE È LA TUA FEDE! AVVENGA PER TE COME DESIDERI»

Matteo 15,28
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 15,21-28)

In quel tempo, partito di là, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». Ma egli non le rivolse neppure una parola. Allora i suoi discepoli gli si avvicinarono e lo implorarono: «Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!». Egli rispose: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele». Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: «Signore, aiutami!». Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». «È vero, Signore – disse la donna –, eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni». Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita.


Commento alle letture

Per sfuggire ai suoi avversari, che gli rimproverano di trasgredire le pratiche giudaiche relative all'impurità, Gesù si ritira verso la regione di Tiro e Sidone (nel sud del Libano). Si ripropone, però, la medesima questione: la supplica di una donna cananea gli mette di fronte il problema della salvezza dei pagani. Ella sembra essere consapevole di non aver diritto al "pane consistente" dei Giudei, ma spera di ricevere almeno le briciole (Vangelo).

Il suo desiderio è alimentato da tanta fede e da tanta umiltà che riceverà dal Signore la salvezza tanto agognata, la quale in quel momento si esprime nel riottenere la salute fisica. È un forte richiamo per noi: non possiamo rinchiuderci dentro l'élite o il gruppuscolo che si ritiene "perfetto" e "arrivato", ma è necessario divenire il segno vivente della salvezza offerta a tutti i popoli (I Lettura). La Chiesa deve farsi strumento di salvezza per tutti gli uomini, corrispondendo al mandato missionario del Signore, che cammina con l'umanità per le strade del mondo verso l'eternità, consapevole che Dio Padre elargisce ad ogni uomo che si affida a lui la sua immensa misericordia.

LUNEDÌ 15 AGOSTO: SOLENNITÀ DELL'ASSUNZIONE IN CIELO DI MARIA

Giornata memorabile nella storia della Chiesa cattolica, quella della definizione dogmatica dell'Assunzione di Maria al cielo in anima e corpo il 1° novembre 1950. In presenza del collegio cardinalizio, di 700 vescovi e della folla delle grandi circostanze, Pio XII interpretò con indovinate parole la solennità del momento: «Come scosse dai palpiti dei vostri cuori e dalla commozione delle vostre labbra, vibrano le pietre stesse di questa patriarcale basilica e insieme con esse pare che esultino con arcani fremiti gl'innumerevoli e vetusti templi, innalzati per ogni dove in onore dell'Assunta».
L'argomento principale cui si richiama Pio XII per definire l'assunzione è senza dubbio il fatto ecclesiale del consenso dei fedeli favorevole all'assunzione corporea di Maria al cielo, espresso in molti modi dalla tradizione e verificato dal magistero della Chiesa. Dalla definizione dell'Assunta il papa si attende grandi frutti spirituali: la persuasione del «valore della vita umana», calpestata dal materialismo e dalle guerre, e la convinzione del destino di gloria cui ogni essere umano è chiamato: «A tutti sembra che la Beata Vergine Maria, splendente nel suo trono quasi di nuova luce, tenda le materne braccia esortandoli a salire con coraggio la vetta della virtù, perché, trascorso il terreno esilio, giungano a godere la somma beatitudine nella patria celeste».

- S. MESSA PREFESTIVA DOMENICA ALLE ORE 19:00
- NIENTE S. MESSA DELLE 19:00 IL 15/08 PER PERMETTERE A TUTTI DI PARTECIPARE ALLA PROCESSIONE IN CITTÀ DELL'ASSUNTA



MADRID 16-21 AGOSTO: XXVIa GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ

«Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede» (Col 2,7) è il tema della XXVI Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Madrid dal 16 al 21 agosto prossimo. Nel suo messaggio in occasione dell'evento, il Santo Padre Benedetto XVI invita «tutti i giovani, sia coloro che condividono la nostra fede in Gesù Cristo, sia quanti esitano, sono dubbiosi o non credono in Lui» a vivere la Gmg come «l'esperienza del Signore Gesù risorto e vivo e del suo amore per ciascuno di noi». Radicare, fondare e rendere saldi i credenti è un'iniziativa che parte da Cristo stesso ed avviene mediante la Chiesa. «Anche voi, se crederete, – scrive il Santo Padre – se saprete vivere e testimoniare la vostra fede ogni giorno, diventerete strumento per far ritrovare ad altri giovani come voi il senso e la gioia della vita, che nasce dall'incontro con Cristo!».

Nella capitale spagnola i giovani di tutto il mondo incontreranno nuovamente il Santo Padre, dopo aver vissuto nel 2008 a Sydney "una grande festa della fede" e "un'intensa comunione tra i partecipanti". Con queste espressioni il Papa Benedetto XVI fa sintesi, in modo mirabile, della Gmg in Australia. Il Pontefice è stato già accolto con affetto ed entusiasmo nel viaggio apostolico del 6 e 7 novembre 2010 a Santiago de Compostela e Barcellona. A Madrid i giovani esulteranno numerosi con il Papa Benedetto XVI.



FESTA PATRONALE S. PIO X DAL 18 AL 21 AGOSTO

PROGRAMMA FESTA PATRONALE
SAN PIO X

GIOVEDI' 18 AGOSTO

  • ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Francesco Marruncheddu
  • ore 21:30-22:30 ora di Adorazione Eucaristica in chiesa

VENERDI' 19 AGOSTO

  • Confessioni: 09:00 - 12:00 e 16:30 - 18:30
  • ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Emanuele Piredda

SABATO 20 AGOSTO

  • Al mattino: Santa Comunione agli ammalati e anziani nelle case
  • ore 18:30 Vespri Solenni
  • ore 19:00 Santa Messa della vigilia presieduta da don Alessandro Cadau, accompagnata dal Coro Parrocchiale

DOMENICA 21 AGOSTO

  • ore 07:30 Santa Messa in collegamento radiofonico con Radio Maria
  • ore 10:00 Santa Messa
  • ore 18:00 Santa Messa solenne presieduta dall'Arcivescovo di Sassari, mons. Paolo Atzei, animata dal Coro di Usini
  • ore 19:00 (circa) Solenne processione del santo nel quartiere col seguente itinerario:
    Chiesa – via Era – via Camboni – via Maninchedda – via S. Mura – via Pala di Carru – via Pasella – via Manunta – via Bruno – via Crovetti – via Camboni – via Era – Chiesa

LUNEDI' 22 AGOSTO

  • ore 19:00 Santa Messa in suffragio di tutti i parrocchiani defunti





- XIXa DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Sassari
06/08/2011


+ XIX DOMENICA TEMPO ORDINARIO +

«CORAGGIO, SONO IO, NON ABBIATE PAURA!»

Matteo 14,27
    

+ VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 14,22-33)

[Dopo che la folla ebbe mangiato], subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, finché non avesse congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo. La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». Ed egli disse: «Vieni!». Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma, vedendo che il vento era forte, s’impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?». Appena saliti sulla barca, il vento cessò. Quelli che erano sulla barca si prostrarono davanti a lui, dicendo: «Davvero tu sei Figlio di Dio!».


Commento alle letture

Nel mare, con un vento contrario che ostacola la navigazione della fragile barca, i discepoli credono di vedere un fantasma venire verso di loro. Quella figura, che appare evanescente, priva di consistenza reale, è, invece, Gesù, che li invita a non aver paura e a fidarsi di lui, chiamando Pietro verso di sé e incoraggiando la sua poca fiducia. È un episodio simbolico, che lascia trasparire il cammino della Chiesa nel mare agitato e tumultuoso del mondo: sempre insidiati dal mistero del male, a volte i discepoli di Cristo pensano che lui sia lontano.

Invece, il Signore si avvicina con discrezione, quasi un soffio leggero (I Lettura) per non costringerci all'evidenza, ma sempre per suscitare e rinnovare la fede. Dà prova che, quando nella "barca della Chiesa" c'è lui, essa è certa di non soccombere alle potenze del peccato, perché pervasa dalla sua sovrabbondante misericordia. E allora, con lo stesso slancio di Pietro, corriamo verso Gesù: anche se la nostra fede è spesse volte debole, egli la rinvigorirà e metterà pace nei nostri cuori, rendendoli caldi del suo amore e pronti alla testimonianza cristiana.

GIOVANNI PAOLO II: IL SEGRETO DEL SUO CAMMINO DI SANTITÀ

Qual'è il segreto del cammino di santità del Beato Giovanni Paolo II? Il suo rimanere costantemente unito a Gesù Cristo e agli altri continuando il dialogo appassionato con il Signore. Nel suo cuore regnava la misericordia, vi abitava l'umiltà; nei suoi occhi s'incrociava lo sguardo stesso di Dio: paterno, amabile, fiducioso; i suoi gesti, segni e parole mostravano la semplicità di un uomo divenuto Papa per amore divino, che ha vissuto un pontificato esemplare per amore dei fratelli.

In Cristo si è fatto dono, consegnando alla storia le sue pagine di vita scritte con l'intensità dello Spirito. In 26 anni e mezzo di Pontificato Egli ha guidato la Chiesa varcando con l'umanità intera la soglia del terzo millennio. Karol Józef Wojtyla era nato a Wadowice in Polonia il 18 maggio 1920, ordinato sacerdote il 1° novembre 1946, vescovo il 28 settembre 1958 poi, pastore di Cracovia (1964) e cardinale (1967). Con la sua elezione a Papa il 16 ottobre 1978 è iniziata nella storia della Chiesa una stagione nuova: di perdono (attentato di Ali Agca, 13 maggio 1981), di incontri (19 edizioni della Gmg – dal 1986), di confronti con le altre religioni (Assisi, 1986), di celebrazioni (Giubileo 2000), di viaggi apostolici (104), di sofferenza vissuta con Cristo fino alla morte il 2 aprile 2005 poi il miracolo (suor Marie Simon Pierre Normand) e la Beatificazione il 1° maggio 2011.



PROGRAMMA FESTA PATRONALE
SAN PIO X

GIOVEDI' 18 AGOSTO

  • ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Francesco Marruncheddu
  • ore 21:30-22:30 ora di Adorazione Eucaristica in chiesa

VENERDI' 19 AGOSTO

  • Confessioni: 09:00 - 12:00 e 16:30 - 18:30
  • ore 19:00 Santa Messa presieduta da don Emanuele Piredda

SABATO 20 AGOSTO

  • Al mattino: Santa Comunione agli ammalati e anziani nelle case
  • ore 18:30 Vespri Solenni
  • ore 19:00 Santa Messa della vigilia presieduta da don Alessandro Cadau, accompagnata dal Coro Parrocchiale

DOMENICA 21 AGOSTO

  • ore 07:30 Santa Messa in collegamento radiofonico con Radio Maria
  • ore 10:00 Santa Messa
  • ore 18:00 Santa Messa solenne presieduta dall'Arcivescovo di Sassari, mons. Paolo Atzei, animata dal Coro di Usini
  • ore 19:00 (circa) Solenne processione del santo nel quartiere col seguente itinerario:
    Chiesa – via Era – via Camboni – via Maninchedda – via S. Mura – via Pala di Carru – via Pasella – via Manunta – via Bruno – via Crovetti – via Camboni – via Era – Chiesa

LUNEDI' 22 AGOSTO

  • ore 19:00 Santa Messa in suffragio di tutti i parrocchiani defunti





Archivio 2011
Di seguito trovate tutte le notizie divise per mesi.
€   Gennaio  €
€  Febbraio  €
€    Marzo   €
€   Aprile   €
€   Maggio   €
€   Giugno   €
€   Luglio   €
€   Agosto   €
€  Settembre €
€   Ottobre  €
€  Novembre  €
€  Dicembre  €
Archivio 2019
Archivio 2018
Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
© 2005-2018 | Tutti i diritti riservati a www.sanpioxlipunti.it - Sito realizzato con GIMP ed altri software con licenza free.
Per info contattare il webmaster quμ. Buona navigazione!

Spazio sottostante riservato ai banner di altri siti di ispirazione cattolica